Migranti, false nozze per il permesso di soggiorno: un matrimonio costava 10mila euro :ilSicilia.it
Messina

l'operazione 'Zifaf'

Migranti, false nozze per il permesso di soggiorno: un matrimonio costava 10mila euro

di
9 Dicembre 2020

Diecimila euro. Tanto costava un matrimonio falso messo in piedi dalle due organizzazioni sgominate dalla Dda e dalla guardia di finanza di Messina, che con l’operazione ‘Zifaf hanno arrestato 16 persone.

I matrimoni erano finalizzati all’ottenimento del permesso di soggiorno da parte di cittadini extracomunitari che pagavano attraverso servizi di ‘money transfer’ eseguiti materialmente da soggetti apparentemente non coinvolti ma in realta’ “contigui”, come spiegano le fiamme gialle, all’organizzazione criminale.

Dai due ai tremila euro il compenso per il finto o la finta sposa, somme inferiori per gli intermediari, i testimoni di nozze e gli interpreti. Il tutto per un giro d’affari che secondo gli inquirenti era di oltre i 160mila euro.

L’organizzazione pensava a tutto, anche all’acquisto delle fedi nuziali comprate al costo di un euro nei negozi cinesi.

 

 

LEGGI ANCHE:

Immigrazione, false nozze per ottenere il permesso di soggiorno: 16 arresti

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

Vaccini, basta chiacchiere!

La consueta girandola dei colori delle regioni italiane colpisce ancora. Sembra di guardare dentro un caleidoscopio nel quale le forme ed i colori cambiano ad ogni movimento dell’oggetto

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin