Migranti, Musumeci difende la sua ordinanza: "Sta svuotando gli hotspot" | VIDEO :ilSicilia.it

LE PAROLE DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE

Migranti, Musumeci difende la sua ordinanza: “Sta svuotando gli hotspot” | VIDEO

di
26 Agosto 2020

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

 

Attraverso un video documentario pubblicato sui propri canali social, il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci ribadisce la necessità di svuotare gli hotspot destinati ad accogliere i migranti sbarcati nelle scorse settimane sull’Isola.

Una situazione igienico-sanitaria non più tollerabile, come evidenziato anche dalle immagini.

LE PAROLE DI NELLO MUSUMECI

Ieri Pozzallo, oggi è toccata a Lampedusa una riduzione dell’affollamento che li rende luoghi tuttora totalmente inidonei per le persone migranti. Mentre ancora si discute sull’impugnazione, l’ordinanza sugli hotspot produce effetti e li sta, come per magia, svuotando“.

Alzare la voce, a tutela della salute pubblica, è servito. Andremo avanti fino a quando non si ristabilirà la legalità“.

Intanto, la nave quarantena Azzurra, che al momento si trova a Trapani, alle 20 partirà per Lampedusa (Ag). L’imbarcazione giungerà sull’Isola nella mattinata di domani e dovrà prendere a bordo altri migranti ospiti dell’hotspot dell’isola.

Tutto ciò consentirà di ridurre ulteriormente le presenze nella struttura di prima accoglienza.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin