Migranti, Razza: "Errore realizzare una tendopoli a Vizzini" :ilSicilia.it
Siracusa

IN ARRIVO NUOVA NAVE QUARANTENA A LAMPEDUSA

Migranti, Razza: “Errore realizzare una tendopoli a Vizzini”

di
3 Agosto 2020

Sono preoccupato per la situazione di Vizzini. Pensare che si possa creare una tensostruttura o una tendopoli con centinaia di migranti in un sito Unesco davvero mi sembra un controsenso e mi riporta alla memoria dei momenti non felici“.

Lo ha detto l’assessore alla Salute Ruggero Razza, oggi a Siracusa in merito all’idea di realizzare una tendopoli per migranti a Vizzini. Il centro dovrebbe sorgere vicino a dove per tanti anni c’è stata la struttura di accoglienza di Mineo.

LE PAROLE DELL’ASSESSORE

Quando si pensò a strutture del genere, in Italia c’era un signore arrestato nella vicenda del business dell’immigrazione. Consiglierei di non ripetere certe esperienze“, ha aggiunto.

Intanto, il rappresentante del Governo Musumeci annuncia l’arrivo di una nuova nave quarantena.

Il Dipartimento per l’immigrazione mi ha confermato che questa notte verrà portata una nave per i migranti a Lampedusa. Vedremo come questo protocollo affidato alla Croce Rossa potrà realizzarsi“.

Domani sarò a Lampedusa per due ragioni: sia per l’emergenza migranti sia per la realizzazione dell’ospedale. Siamo preoccupati perché non c’è una adeguata attenzione rispetto ai protocolli sanitari nella gestione dei migranti“.

Quello che ho potuto verificare fino ad ora è un eccesso di promiscuità, così come mi ha colpito che nessuno dei migranti, nelle strutture in cui erano ospitati, portasse le mascherine. Non c’è alcun controllo sotto questo punto di vista“, conclude Ruggero Razza.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Sulle Rive del Don”

Per noi bambini, lui aveva il potere “di vita e di morte” sul marciapiede davanti la portineria, all'epoca tutti i portieri erano dei "Don", oggi sostituiti da un videocitofono.
Blog
di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.