Migranti, Salvini: "Solidarietà al sindaco Pd di Trapani, la Sicilia non è il lazzaretto d'Europa" :ilSicilia.it
Trapani

DOPO LO STOP ALLO SBARCO DELLA NAVE-QUARANTENA

Migranti, Salvini: “Solidarietà al sindaco Pd di Trapani, la Sicilia non è il lazzaretto d’Europa”

di
21 Agosto 2020

Totale solidarietà al sindaco di Trapani, Giacomo Tranchida, che non vuole lo sbarco dalla nave usata per la quarantena degli immigrati. Un gesto coraggioso, soprattutto perchè il sindaco non ha esitato a polemizzare con il suo Pd che – da Roma – pretende di calpestare i territori”.

Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini, dopo il divieto di sbarco deciso ieri dal sindaco di Trapani per la nave quarantena, con a bordo 273 migranti.

“Il Viminale – attacca Salvini – è in stato confusionale e il Pd si conferma nemico dei cittadini: non trasformeranno la Sicilia e tutta Italia nel campo profughi e nel lazzaretto d’Europa. Il 3 ottobre andrò in tribunale a Catania a testa alta, perchè sono orgoglioso di aver difeso i confini”. 

“DENUNCEREMO GOVERNO PER FAVOREGGIAMENTO IMMIGRAZIONE”

“Stiamo pensando come Lega di denunciare l’attuale governo per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina”. Ha aggiunto il segretario della Lega Matteo Salvini a una colazione elettorale a Marina di Pisa. “I nostri avvocati stanno studiando una denuncia per favoreggiamento all’immigrazione clandestina” da presentare “verso gli attuali vertici del governo”.

 

 

LEGGI ANCHE:

Nave quarantena a Trapani, ma il sindaco Pd vieta lo sbarco per 250 migranti

© Riproduzione Riservata
Tag:
Politica
di Elio Sanfilippo

Sindaci e Imprese insieme per rilanciare la Sicilia

A chi continua a lamentarsi che la Sicilia non ha più voce in capitolo nelle scelte del governo nazionale, come dimostra la vicenda della nomina dei ministri e dei sottosegretari, ribadiamo che non ha più voce perché non ha più una testa, una guida, una classe dirigente autorevole dotata di una visione e di un progetto politico.
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

Vaccini, basta chiacchiere!

La consueta girandola dei colori delle regioni italiane colpisce ancora. Sembra di guardare dentro un caleidoscopio nel quale le forme ed i colori cambiano ad ogni movimento dell’oggetto
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin