19 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 20.22

Milazzo (FI): “L’Ars finanzia la città di Catania nonostante gli amici del sindaco Pogliese”

1 Agosto 2019

Non avevo dubbi della buona riuscita dell’operazione, perché salvare una città come Catania è stata sempre una nostra priorità.” Commenta così l’on. Giuseppe Milazzo, eurodeputato di Forza Italia, l’approvazione all’ARS della norma che accorda alla città di Catania un finanziamento di 40 milioni di euro, che evita così il dissesto finanziario del comune etneo: “Con lo sblocco dei 40 milioni per il comune di Catania, Forza Italia ha dimostrato di essere una compagine seria e credibile.

“Non si tratta di chiacchiere. La norma è stata approvata nonostante sia mancato il supporto proprio degli amici del Sindaco Pogliese, che alcuni mesi fa sbandierava di un suo fantomatico dialogo con tutti i Capogruppo dell’Assemblea, eccetto che con quello di Forza Italia, perché non disponibile”.

A riferirlo è l’eurodeputato di Forza Italia al Parlamento europeo, on. Giuseppe Milazzo, a seguito dell’approvazione all’ARS della norma che accorda al Comune etneo 40 milioni restituibili in 5 anni per scongiurare il dissesto finanziario.

A tal proposito nel sottolineare lo straordinario impegno di Marco Falcone – aggiunge l’Esponente del PPE – dico a Pogliese: o vivi nel mondo dei sogni oppure sei inadeguato alla politica perché oggi, alla prova dei fatti, il supporto concreto di Forza Italia non è mancato, al contrario di altri – vedi il M5S e il Partito democratico – che si sono sottratti, facendo mancare il sostegno a una norma che ribadisco, è stata scritta da Forza Italia, a tutela e salvaguardia dell’intera città di Catania”.

Ovviamente – conclude Milazzo – tutto questo è stato possibile grazie all’attenta supervisione e copertura del Presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Gianfranco Micciché, al quale va il mio ringraziamento a nome di tutti i catanesi”.

Tag:
Libri e Cinematografo
di Andrea Giostra

Antonella Biscardi, scrittrice e produttrice, si racconta in un’intervista

Intervista ad Antonella Biscardi, scrittrice e produttrice "Nel mio libro c’è un invito a rallentare, un po' come andare in bicicletta, con il vento fra i capelli e camminare lenti verso la vita, guardandola, accogliendola, non divorandola … nasce dal desiderio di comunicare positività, dolcezza e amore. I miei hashtag sono: #felicità #amore #tradizioni #ricordi #vita #pezzidinoi".
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.