Minardo (Lega): "La Sicilia merita efficienza, non elemosina" :ilSicilia.it

L'opinione del deputato

Minardo (Lega): “La Sicilia merita efficienza, non elemosina”

di
12 Dicembre 2019

“La Sicilia deve smetterla di accontentarsi, giocare al ribasso, accettare qualunque cosa senza un sussulto di dignità. Ho scelto la Lega perché sa cosa chiedere e sa come ottenerlo e governa le regioni più virtuose d’Italia da tanti anni in maniera efficiente ed efficace. È il mio modo di fare politica. Assistiamo da settimane ad una saga di parole che sanno di poco o nulla. Proposte alternative e stravaganti. Apprezzo la buona volontà del viceministro alle Infrastrutture e trasporti, Giancarlo Cancelleri, che propone altri milioni di euro da unire ai 15 rimasti dal mio emendamento di 4 anni fa – e non fagocitati per inutili tratte interne da qualche ‘burocratesauro’  – perché i siciliani paghino i biglietti aerei a prezzi scontati e comunque congrui”. 

È quanto afferma in una nota Nino Minardo, deputato leghista alla Camera.

Bisogna riuscire ad evitare la normativa europea che, a mio modesto avviso, ma non metto limiti alla provvidenza, è piuttosto complicato su una materia di competenza esclusiva; il se di un emendamento a cui dovranno seguire decreti ministeriali arrivando con grande probabilità alle calende greche e facendo finire tutto nel nulla. E poi, perché solo da e per gli aeroporti di Catania e Palermo e solo per determinate categorie a cui va data ovviamente priorità, svuotando il significato della continuità territoriale che privilegia gli scali in via di sviluppo come Comiso e Trapani e che deve essere esteso ad ogni siciliano che viaggia in aereo?”.

“Il viceministro Cancelleri sa bene che alla Comunità Europea, fanno le pulci su tutto, numeri alla mano e dubito che potrebbero  autorizzare  la continuità territoriale a Fontanarossa e Punta Raisi, aeroporti già oltre i limiti di  capienza ? Superate queste mie perplessità dovremmo poi superare l’immobilismo di quella Regione che dopo quattro anni non ha saputo spendere fondi già stanziati per questo fine. Il nostro territorio merita efficienza e pretende crescita e sviluppo, non assistenza ed elemosina”.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.