Mineo (Forza Italia): "Noi con Berlusconi per una nuova casa di moderati e liberali" | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Palermo

Lo sottolinea il commissario palermitano degli azzurri

Mineo (Forza Italia): “Noi con Berlusconi per una nuova casa di moderati e liberali”

1 Agosto 2019

“L’appello lanciato dal Presidente Berlusconi apre la strada ad una nuova federazione dei moderati e liberali che rappresentano da sempre la maggioranza silenziosa e laboriosa di questo Paese”.

A sottolinearlo è il consigliere comunale e commissario cittadino di Forza Italia Andrea Mineo: “Appare evidente – prosegue – la necessità di rilanciare il vero centrodestra. Per questo sono convinto che l’appello del presidente sarà condiviso da tutti coloro i quali non soltanto sono da sempre alternativi alle sinistre, ma che avvertono forte il disagio di una proposta politica, rappresentata dall’attuale governo giallo-verde, destinata ad implodere poiché affonda nel nulla le sue radici”.

“Di fronte ad una politica inconcludente, che sa esprimersi solo col linguaggio del populismo, il nuovo corso di Forza Italia è l’occasione che si apre a tutte le forze moderate e liberali che si rifanno ai valori del popolarismo europeo e che hanno a cuore le sorti del nostro Paese – conclude Mineo – Asse portante di questo nuovo corso non possono che essere i tanti amministratori locali che con il loro ottimo lavoro sui territori rappresentano la buona politica, quella che non si dedica alla propaganda ma solo alla soluzione dei problemi”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.