14 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 18.52
Palermo

Appuntamento il 10 gennaio

MinimAnimalist, il giovane duo rock-stoner alla Fabbrica 102

8 Gennaio 2019

I MinimAnimalist sono un duo rock-stoner. Davide Bianco e Fabio Cazzetta, rispettivamente chitarra e batteria, si sono conosciuti allo YeahJaSi Pop Fest quando suonarono nella band con Manuel Agnelli (Afterhours). Sempre allo YEAHJASI hanno suonato nella band con Pierpaolo Capovilla e Giorgio Canali. Da lì partì il progetto MinimAnimalist, un progetto bipolare, incazzato ed ironico, divertito e schizofrenico. Appuntamento giovedì 10 gennaio alla Fabbrica 102 a partire dalle 21.45.

Il dualismo è la base della loro musica: da una parte il minimale Davide, dall’altra l’animale Fabio. Questi due mondi, solitamente lontani fra loro, vengono uniti insieme in canzoni mischiate ad improvvisazioni. Le rispettive anime dei MinimAnimalist si integrino alla perfezione, riuscendo a creare un equilibrio che in una band con soli due anni di vita alle spalle e una pubblicazione sarebbe difficile trovare.

W.O.K.” , il loro secondo album (Aprile 2018), è la sintesi perfetta del dualismo tipico della band basato sullo stoner, sulla psichedelia da un lato e dall’altro dal rock puro e dalle sue sonorità più elementari. Un dualismo che li ha portati a suonare al concertone del Primo Maggio di Taranto e ad aprire i concerti di gruppi e artisti come Bud Spencer Blues Explosion, il Pan del Diavolo, Post-CSI, Edda e Paolo Benvegnù. Dalla loro i MinimAnimalist hanno tecnica, i testi in italiano e la voglia di giocare con la loro musica come se scherzassero continuamente fra di loro ed insieme a chi li ascolta.

Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.