Mistero sul rimpasto, Bandiera e Grasso convocati in giunta :ilSicilia.it

l'analisi

Mistero sul rimpasto, Bandiera e Grasso convocati in giunta

di
31 Dicembre 2020

Il rimpasto in giunta regionale è dato ormai per certo, anche se ancora non c’è stata nessuna nota ufficiale da parte della Regione. L’agrigentino Marco Zambuto e il trapanese Toni Scilla subentreranno a al siracusano Edy Bandiera e alla messinese Bernadette Grasso.

Il futuro è d’obbligo. Sì, perché oltre a non esserci stata, come detto, alcuna nota ufficiale da parte della Presidenza della Regione siciliana, c’è un altro particolare che fa riflettere: Per la mattina di oggi 31 dicembre 2020 è stata, infatti, convocata la giunta presieduta da Nello Musumeci. E le convocazioni sono state inviate anche a Bandiera e Grasso.

Certo, è facile ipotizzare che si tratti di un fisiologico rinvio dell’ufficialità in viste della fine delle festività natalizie, anche perché sia Grasso che Bandiera hanno scritto post su facebook che non lasciano margini di fraintendimento. Certo è, però, che l’annunciata sostituzione dei due ha fatto molto discutere in questi giorni. Da una parte per il fatto che Bandiera ha ben operato alla guida dell’Assessorato all’Agricoltura e che, quindi, la sua sostituzione attiene a una questione puramente politica. La delega dovrebbe andare a Scilla, ma in queste ore Musumeci starebbe riflettendo sul fatto di poterla conferire a Zambuto, dirottando Scilla agli Enti Locali.

C’è poi da sciogliere il ‘nodo’ quote rosa: con l’addio di Bernadette Grasso, infatti, si crea l’imbarazzante assenza di donne in giunta. Per risolvere il problema, bisognerebbe apportare nuovi cambiamenti all’assetto del governo della Regione, magari chiedendo un sacrificio agli alleati centristi in nome della garanzia della rappresentanza femminile. Ma a chi? all’Udc? A Raffaele Lombardo? Non sembra che in questo momento ci sia grande voglia di stravolgimenti dalle parti del centro.

Infine una considerazione: Nello Musumeci si è fatto vanto di non avere stravolto gli assetti di giunta se non per piccoli ritocchi dettati dalla necessità delle circostanze (una per tutte, la tragica scomparsa di Sebastiano Tusa). Non è peregrino immaginare che l’intenzione del governatore sia quella di mantenere il nuovo assetto della giunta fino alla fine del mandato. Ecco, quindi, che la riflessione sui cambiamenti sarà più che ponderata.

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

Vaccini, basta chiacchiere!

La consueta girandola dei colori delle regioni italiane colpisce ancora. Sembra di guardare dentro un caleidoscopio nel quale le forme ed i colori cambiano ad ogni movimento dell’oggetto

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin