Mobilità, a Palermo arrivano i tricicli elettrici di Poste Italiane | VIDEO :ilSicilia.it
Palermo

30 IN SICILIA, I PRIMI 15 nel capoluogo

Mobilità, a Palermo arrivano i tricicli elettrici di Poste Italiane | VIDEO

di
31 Gennaio 2019

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

«Più aria pulita per Palermo, più servizi ai cittadini, più sicurezza e stabilità per i portalettere». Poste Italiane si rinnova e dalla prossima settimana arriva a Palermo – prima città in Sicilia – la nuova flotta di tricicli 100% elettrici.  

Pacchi, lettere e altre spedizioni viaggeranno grazie a mezzi ad energia pulita, senza inquinare l’aria. La presentazione è avvenuta oggi a piazza Verdi. Ben 15 motocicli elettrici a tre ruote, per rendere ecologica, agevole e sicura la consegna dei pacchi in città.

Sono entrati in funzione oggi presso i quattro centri di recapito della città di Palermo (Ausonia, Sperone, La Malfa e Centro). Dei 330 veicoli a tre ruote su tutto il territorio nazionale, la nuova flotta in Sicilia conta 30 motocicli tra Palermo, Catania, Messina e Siracusa.

Franco Leo
Franco Leo

«La nuova flotta siciliana – spiega Franco Leo, responsabile Logistica Macro Area Sicilia – è composta da 30 tricicli, distribuiti tra Palermo e a seguire Catania, Messina e Siracusa. Con l’avanzata dell’e-commerce abbiamo voluto migliorare e ottimizzare il trasporto dei pacchi con la presenza di un vano che triplica la capacità di carico, in tutta sicurezza grazie all’alta stabilità dei nuovi mezzi nel pieno rispetto dei limiti massimi di velocità. I motocicli a tre ruote sono inoltre 100% green grazie all’alimentazione elettrica che gli consente con una sola ricarica di effettuare oltre 40 chilometri giornalieri nella nuova fascia oraria di recapito in città che prevede consegne fino alle 19:45».

I nuovi mezzi, confermano le due portalettere Tiziana Di Piazza ed Elena Ferretti, «sono agili, silenziosi e confortevoli. La presenza delle tre ruote garantisce massima stabilità e il nuovo vano più grande ci agevolerà nella consegna di un maggior numero di posta e pacchi in modo pratico ed efficiente. In questi primi giorni abbiamo anche suscitato l’ammirazione dei clienti che al nostro passaggio si sono voltati incuriositi facendoci i complimenti per il nuovo arrivato. In più si tratta di tricicli ecologici in quanto non inquinanti e questa caratteristica ci fa sentire soddisfatti di dare un piccolo contributo di sostenibilità alla città».

tricicli elettriciL’avanzata di colossi quali Amazon ed altre piattaforme di e-commerce hanno dunque spinto le Poste a migliorare le consegne dei pacchi. Solo a Palermo nei primi mesi del 2018 ne sono stati consegnati oltre un milione 37mila, mentre in Sicilia oltre 3,5 milioni.

«I nuovi motocicli – spiega Poste Italiane – sono alimentati elettricamente al 100%, hanno una potenza di 4 kW che garantisce una velocità massima in linea con i limiti imposti dal codice della strada nei centri abitati e sono dotati di un’autonomia energetica tale da permettere ai portalettere di consegnare la corrispondenza giornaliera con una sola ricarica. La particolare conformazione del veicolo a tre ruote, inoltre, ne aumenta la stabilità e la sicurezza per il conducente e permette l’installazione di uno speciale baule che aumenta la quantità di pacchi e lettere trasportabili: fino a 210 litri, contro i 76 dei motocicli tradizionali».

I nuovi motocicli garantiscono di conseguenza una migliore sicurezza sul lavoro grazie alla maggiore stabilità del mezzo a tre ruote ed una maggiore capienza del vano trasportatore, in vista del maggiore afflusso di pacchi da consegnare, in costante aumento grazie allo sviluppo dell’e-commerce.

 

SCORRI LE FOTO IN BASSO

Franco Leo
Jolanda Riolo

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv Medical Drama: Emozioni in corsia

Di serie tv Medical Drama ( serie tv ambientate in ospedale) ne sono state realizzate moltissime; soprattutto in questi ultimi anni, alcune  hanno riscosso un tale successo che i protagonisti sono diventati i medici o gli infermieri che tutti noi vorremmo incontrare

Blog

di Renzo Botindari

E se fosse colpa del “mal bianco”?

La nostra città è come una bella pianta ammalata e piena del “mal bianco”, un grosso parassita che tarpa qualunque fioritura e che non permette ai fiori di schiudersi.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin