Mobilità, Catania scrive al sindaco e all'assessore Riolo: "Vi dico io come risolvere il problema del traffico" | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Palermo

Per l'ex assessore questi cinque provvedimenti sarebbero in continuità con quanto fatto finora

Mobilità, Catania scrive al sindaco e all’assessore Riolo: “Vi dico io come risolvere il problema del traffico”

di
3 Luglio 2017

L’ex assessore alla mobilità del comune di Palermo Giusto Catania ha scritto una lettera al sindaco e alla nuova assessora alla Mobilità Iolanda Riolo per suggerire  cinque provvedimenti utili da attuare nel periodo estivo in città.

“Mi permetto di scrivervi perché mi sento parte attiva della squadra e con questo spirito voglio dare il mio contributo agli ulteriori 55 Km che insieme dobbiamo percorrere. – questo l’incipit della missiva – Sono certo che questo percorso sarà nel solco dei primi 45 Km percorsi tra il 2012 e il 2017, in particolare sulla mobilità sostenibile.
Questo è il momento migliore per dare attuazione a provvedimenti difficili ed efficaci sulla mobilità urbana: la prima estate del primo anno del secondo mandato del Sindaco. Le scelte particolarmente complicate vanno fatte immediatamente, sfruttando l’onda del consenso che ha permesso la nostra vittoria elettorale, così da avere tutto il tempo per fare apprezzare le scelte e metabolizzare i disagi (necessari) derivati dalle prime settimane di cambiamenti”.
L’ex assessore propone così cinque provvedimenti che potrebbero essere attuati in questa fase e che potrebbero segnare la trasformazione della città.

Questi i cinque punti suggeriti da Catania:

1) Istituire il doppio senso di circolazione in via Roma (tra via Cavour e la Stazione centrale). Ciò oggi è possibile, considerato che la pressione veicolare privata si è ridotta notevolmente grazie all’introduzione della Ztl. Tale provvedimento permetterebbe di allungare la pedonalizzazione di Via Maqueda fino alla stazione e consentirebbe di continuare la sperimentazione, con buoni elementi di concretezza per la stabilizzazione futura, della pedonalizzazione del Cassaro basso.

2) Rendere fruibile la corsia preferenziale di via Marchese di Villabianca/Roccaforte proteggendola con i cordoli e spostando il parcheggio all’esterno della corsia. La scelta di fluidificare la circolazione lungo questo asse passa anche dall’istituzione del divieto di sosta in via Marchese di Roccaforte. Questa scelta consentirebbe di dare attuazione alla prescrizione del piano dei bus extra-urbani che prevede lo spostamento dei bus extra-urbani dalla corsia preferenziale di via Libertà, particolarmente congestionata, alla corsia preferenziale Villabianca/Roccaforte.

3) Avviare una sperimentazione per rendere a senso unico (ovviamente in direzione alternata) Corso Calatafimi e corso Pisani, Tale provvedimento, accompagnato dall’istituzione di una corsia preferenziale per i mezzi pubblici e turistici, certamente velocizzerebbe il collegamento tra Piazza Indipendenza e lo snodo del tram e il collegamento tra Palermo e Monreale. Inoltre, potrebbe avere effetti benefici sul nodo di Piazza Indipendenza.

4) La realizzazione delle piste ciclabili in viale del Fante e in viale Michelangelo. Il lavoro propedeutico è stato già svolto e le ordinanze sono state già emesse. Bisogna dare mandato ad Amat di procedere e, ovviamente, resistere alle pressioni di chi ritiene più importante conservare una trentina di posti auto.

5) L’attuazione dell’ordinanza già emessa che istituisce le tre corsie su Viale Regione siciliana dando mandato ad Amat, col supporto della Polizia municipale, di realizzare la segnaletica. L’ordinanza prevede l’istituzione di una corsia riservata ai mezzi pubblici, ciò consentirebbe di accelerare il transito dei bus extra-urbani che così avrebbero l’obbligo di attestarsi al Parcheggio Basile, evitando il transito su via Oreto.

“I provvedimenti sarebbero in continuità, – conclude la lettera – se non addirittura in attuazione, a scelte già assunte dall’amministrazione comunale. La grande professionalità dei nostri tecnici dell’Ufficio Mobilità urbana e dell’Ufficio del Piano tecnico del Traffico sono in grado di dare attuazione a tali provvedimenti che, a mio avviso, vanno attuati a scuole chiuse“.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Merchandising: Fenomeno planetario, dove acquistare

Il mio primo acquisto di un articolo legato ad una serie tv o ad una saga cinematografica è avvenuto due decenni fa quando, trovandomi a Bologna a passare il capodanno da amici, andai a visitare un negozio del quale avevo sentito parlare tra gli appassionati di fantascienza.

Wanted

di Ludovico Gippetto

Nudité: una mostra fotografica che custodisce memorie altre

Si inaugura a Ragusa la mostra fotografica "Nudité - Il Giardino di Afrodite" a cura di Giuseppe Nuccio Iacono. La collettiva nasce dal lavoro del 1° Seminario della fotografia di Nudo nell’ottobre del 2019, in collaborazione con il Festival europeo del Nudo di Arles (Francia).

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Blog

di Renzo Botindari

La strada ed il pallone

Quanti di voi sono cresciuti giocando per strada, hanno frequentato le scuole pubbliche, dovendo crescere a volta prima del previsto? Cosa oggi hanno imparato e cosa possono consigliare alle nuove generazioni?
Banner Telegram

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Aldo Rizzo: una risorsa sprecata

Nei giorni scorsi abbiamo appreso la triste notizia della scomparsa di Aldo Rizzo conosciuto e apprezzato prima come magistrato e poi come politico e amministratore pubblico.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin