Moda: Sicilia protagonista al White di Milano :ilSicilia.it

Per la "Milano Fashion Week Donna"

Moda: Sicilia protagonista al White di Milano

23 Settembre 2019

Trenta aziende siciliane del settore del fashion sono state protagoniste per quattro giorni al White Milano, l’appuntamento imperdibile della Milano Fashion Week Donna, che con i suoi oltre 550 marchi e 27mila visitatori si è concluso ieri.

Abbigliamento donna, pelletteria, accessori, artigianato, maglieria, bijoux, tulle, pizzi, merletti e gioielli made in Sicily si sono affermati tra i prodotti di un’accurata selezione internazionale riscuotendo grande successo tra i più influenti player del settore e buyers internazionali.

Dalla Sicilia, accompagnate dal dirigente generale del dipartimento Attività produttive Carmelo Frittitta e dal diretto dello Sportello regionale per l’internazionalizzazione Massimo Papa, sono giunte nel capoluogo lombardo anche la stilista Viviana Ricciardello fondatrice di ‘Idda‘ Filomena Cosenza, l’architetto bagherese prestato alla moda con la sua griffe ‘Filly Biz‘ e Gisella Mandalà con le sue coffe siciliane de ‘L’isola dei tesori’.

La presenza delle imprese siciliane al White Woman di Milano è stata possibile grazie all’Assessorato regionale alle Attività produttive che nell’ambito dell’azione 3.4.1. del Po-Fesr Sicilia 2014/2020 ha finanziato la partecipazione della collettiva della Regione Siciliana.

Estremamente soddisfatto l’Assessore regionale alle Attività produttive Mimmo Turano: “Siamo felici di aver dato agli imprenditori del fashion siciliano la possibilità di essere presenti al White di Milano, una grandissima vetrina internazionale e un’opportunità per far conoscere le nostre straordinarie aziende artigiane del made in Sicily. Con il presidente Musumeci abbiamo intenzione di fare ancora di più per il settore della moda che può diventare un vero e proprio volano di crescita per l’economia regionale”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.