Moda: Sicilia protagonista al White di Milano :ilSicilia.it
Banner Bibo

Per la "Milano Fashion Week Donna"

Moda: Sicilia protagonista al White di Milano

di
23 Settembre 2019

Trenta aziende siciliane del settore del fashion sono state protagoniste per quattro giorni al White Milano, l’appuntamento imperdibile della Milano Fashion Week Donna, che con i suoi oltre 550 marchi e 27mila visitatori si è concluso ieri.

Abbigliamento donna, pelletteria, accessori, artigianato, maglieria, bijoux, tulle, pizzi, merletti e gioielli made in Sicily si sono affermati tra i prodotti di un’accurata selezione internazionale riscuotendo grande successo tra i più influenti player del settore e buyers internazionali.

Dalla Sicilia, accompagnate dal dirigente generale del dipartimento Attività produttive Carmelo Frittitta e dal diretto dello Sportello regionale per l’internazionalizzazione Massimo Papa, sono giunte nel capoluogo lombardo anche la stilista Viviana Ricciardello fondatrice di ‘Idda‘ Filomena Cosenza, l’architetto bagherese prestato alla moda con la sua griffe ‘Filly Biz‘ e Gisella Mandalà con le sue coffe siciliane de ‘L’isola dei tesori’.

La presenza delle imprese siciliane al White Woman di Milano è stata possibile grazie all’Assessorato regionale alle Attività produttive che nell’ambito dell’azione 3.4.1. del Po-Fesr Sicilia 2014/2020 ha finanziato la partecipazione della collettiva della Regione Siciliana.

Estremamente soddisfatto l’Assessore regionale alle Attività produttive Mimmo Turano: “Siamo felici di aver dato agli imprenditori del fashion siciliano la possibilità di essere presenti al White di Milano, una grandissima vetrina internazionale e un’opportunità per far conoscere le nostre straordinarie aziende artigiane del made in Sicily. Con il presidente Musumeci abbiamo intenzione di fare ancora di più per il settore della moda che può diventare un vero e proprio volano di crescita per l’economia regionale”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Quella celestiale melodia in “LA”

Il presenzialismo non finalizzato ad alcuna crescita è una opportunità sprecata, ecco perché trovo piacere di ospitare chi sappia apprezzare il valore del “regalo”.
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin