"Modernità e tradizione, il buddhismo oggi”, a Palermo il convegno con Thubten Sherab :ilSicilia.it
Palermo

l'appuntamento il 14 dicembre

“Modernità e tradizione, il buddhismo oggi”, a Palermo il convegno con Thubten Sherab

di
12 Dicembre 2018

Prosegue al Centro Buddhista Muni Gyana di Palermo (Via Grotte Partanna, 5) il ciclo di conferenze pubbliche aperte alla città. Il prossimo appuntamento è per venerdì 14 dicembre alle ore 18, con Geshe Thubten Sherab e la sua conferenza dal tema “Modernità e tradizione, il buddhismo oggi”.

 

Geshe Thubten Sherab è per la prima volta ospite al Muni Gyana. Nato in Nepal nel 1967 da genitori tibetani di tradizione Nyingma-Kagyu, ha ricevuto la formazione buddhista a Kopan, il primo centro spirituale della fondazione FPMT ( Fondazione per la Preservazione della Tradizione Mahayana). Ha poi completato i suoi studi nell’università monastica di Sera Je e nel collegio tantrico del Gyud Me, entrambi in India.

Ha poi lavorato per l’FPMTe insegnato la tradizione buddhista negli USA. E’ stato nominato direttore della scuola del monastero di Kopan, incarico che ha lasciato proprio di recente per girare il mondo e insegnare nei vari centri nei quali è ospite.

Al Muni Gyana di Palermo, la sua conferenza pubblica, verterà su temi cari al Geshe che insegna da tempo in occidente e cerca di riadattare la buddismopratica buddhista anche ai giorni nostri, senza però tralasciare i fondamenti di questa filosofia e soprattutto nel rispetto delle altre tradizioni religiose.

“Dobbiamo pensare in modo più ampio ai modi in cui possiamo beneficiare più persone, che siano buddhiste o no. La mia opinione è che non importa se le persone seguono in modo tradizionale le pratiche buddhiste o se non sono buddhiste, ci sono tanti buoni aspetti di questa filosofia che possiamo condividere con loro – spiega Geshe Sherab abbiamo sinceramente bisogno di rispettare tutte le altre tradizioni religiose, non solo con le nostre parole, ma direttamente con nostri cuori. Dobbiamo anche capire la cultura e la psicologia occidentali in modo che noi, come Geshe, possiamo essere più efficaci e portare più benefici”.

Quella sulla “Modernità e tradizione, il buddhismo oggi” è infatti una conferenza incentrata proprio sul modo in cui oggi viene vissuto il buddhismo in occidente. “E’ in una società come quella di oggi, dove lo stress è la causa primaria di sofferenza, che si apprezza meglio la pacificante pratica della meditazione”, spiega Lucia Geraci, direttrice del centro buddhista Muni Gyana.

“Prima si pianta un seme, poi lo si annaffia e lo si nutre, e infine si otterrà il frutto, si usa un approccio molto sistematico. Il buddhismo è essenzialmente un metodo. Non si basa su ciò che qualcuno ha detto o su una fede; si basa sui fatti”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Caro ministro Carfagna, dove lo trova tutto questo ottimismo?

Cara ministra Mara Carfagna, purtroppo il suo ottimismo non è condivisibile! Lei saprà, spero, le dimensioni delle problematiche siciliane! Lei sa che in Sicilia mancano un milione di posti di lavoro per arrivare al rapporto popolazione occupati dell’Emilia Romagna! E che quindi continueremo a perdere ogni anno 25.000 persone che non troveranno lavoro e che dovranno emigrare?

Wanted

di Ludovico Gambino

Giorgio Armani veste il David di Michelangelo per Dubai

La scultura, quella vera, è uno degli emblemi del nostro Rinascimento nonché simbolo dell'Italia nel mondo, originariamente collocata in Piazza della Signoria, per rappresentare la Repubblica fiorentina vigile e vittoriosa contro i nemici. L'opera, alta oltre cinque metri per cinque tonnellate di marmo di Carrara, ritrae l'eroe biblico nel momento in cui si appresta ad affrontare Golia, come ci racconta l’Antico Testamento.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Sicilia e la Resistenza

La Sicilia non ebbe modo di partecipare alla fase finale che determinò la caduta del Fascismo. Essa rimarrà estranea agli avvenimenti del 25 luglio e dell’8 settembre segnati dalle dimissioni di Mussolini, dalla fine dell’alleanza con la Germania di Hitler dopo l’armistizio firmato dal maresciallo Pietro Badoglio
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin
Banner Skin Ferranti