21 giugno 2018 - Ultimo aggiornamento alle 19.50
caronte manchette
caronte manchette
Ragusa

I metodi di lavorazione del cioccolato, tramandati dal 1747

Modica alla Unione Europea: “Proteggete il nostro cioccolato”

12 ottobre 2017

L’Unione Europea potrebbe riconoscere ufficialmente l’autenticità del cioccolato di Modica. Così in questi giorni il cioccolato di Modica è al centro di un ampio dibattito, alimentato anche dalla visita del principe di Monaco in visita in Sicilia e in visita ai dolci stabilimenti Modicesi. È al vaglio di Bruxelles la candidatura dei questo prodotto tipico per il riconoscimento di Indicazione Geografica Protetta (IGP).

“Il nostro cioccolato è molto amato, ma la sua lunghissima storia molto spesso è ignorata“. dice Antonino Scivoletto, direttore del Consorzio Cioccolato di Modica. I metodi di lavorazione del cioccolato, tramandati dal 1747, sono gli stessi del Centro America. Le fave di cacao vanno tostate e levigate sulla pietra lavica che ha una temperatura di circa 40 gradi. Solo in questo modo possono rilasciare la parte grassa, creando un liquore di cacao. Poi si aggiunge lo zucchero, lo si unisce alla crema di cacao e gli aromi naturali, in particolare vaniglia e cannella. Ciò che contraddistingue il prodotto siciliano è la battitura, fatta per eliminare tutte le bolle d’aria presenti che potrebbero far marcire il cioccolato. Il mercato del cioccolato, già riconosciuto a livello italiano, aspetta ora l’ufficialità dall’Unione Europea per poter valorizzare il brand siciliano.

Tag:
Andiamo a quel Paese
di Valerio Bordonaro Marco Scaglione

Diario di Singapore – Seconda Parte

Opportunità di business per le aziende siciliane, sia nella grande distribuzione, sia in hotel, ristoranti e catering. A Singapore i prodotti che potrebbero avere mercato sono: i preparati per gelato, i dolci da forno, i formaggi, le birre semi-artigianali, le conserve di verdura e le conserve ittiche.