Modica alla Unione Europea: "Proteggete il nostro cioccolato" :ilSicilia.it
Ragusa

I metodi di lavorazione del cioccolato, tramandati dal 1747

Modica alla Unione Europea: “Proteggete il nostro cioccolato”

di
12 Ottobre 2017

L’Unione Europea potrebbe riconoscere ufficialmente l’autenticità del cioccolato di Modica. Così in questi giorni il cioccolato di Modica è al centro di un ampio dibattito, alimentato anche dalla visita del principe di Monaco in visita in Sicilia e in visita ai dolci stabilimenti Modicesi. È al vaglio di Bruxelles la candidatura dei questo prodotto tipico per il riconoscimento di Indicazione Geografica Protetta (IGP).

“Il nostro cioccolato è molto amato, ma la sua lunghissima storia molto spesso è ignorata“. dice Antonino Scivoletto, direttore del Consorzio Cioccolato di Modica. I metodi di lavorazione del cioccolato, tramandati dal 1747, sono gli stessi del Centro America. Le fave di cacao vanno tostate e levigate sulla pietra lavica che ha una temperatura di circa 40 gradi. Solo in questo modo possono rilasciare la parte grassa, creando un liquore di cacao. Poi si aggiunge lo zucchero, lo si unisce alla crema di cacao e gli aromi naturali, in particolare vaniglia e cannella. Ciò che contraddistingue il prodotto siciliano è la battitura, fatta per eliminare tutte le bolle d’aria presenti che potrebbero far marcire il cioccolato. Il mercato del cioccolato, già riconosciuto a livello italiano, aspetta ora l’ufficialità dall’Unione Europea per poter valorizzare il brand siciliano.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.