Monopattini elettrici, biciclette, rastrelliere: ecco il Piano per la "Fase 2" a Palermo :ilSicilia.it

LA MOZIONE PROPOSTA DAL CONSIGLIERE FERRANDELLI

Monopattini elettrici, biciclette, rastrelliere: ecco il Piano per la “Fase 2” a Palermo

di
24 Aprile 2020

“La bicicletta come mezzo di trasporto ideale nel passaggio dal lockdown alla normalità” – questo il contenuto dei 2 odg votato oggi in consiglio e sostenuti dall’esponente nazionale di +Europa Fabrizio Ferrandelli.

“Sono felice che oggi in Aula sia tornata in campo la mia visione di mobilità dolce e sostenibile. Altro che nuove, insostenibili e fallimentari linee del Tram. L’ho ribadito oggi in consiglio comunale con fermezza e invitato l’assessore alla Mobilità a predisporre un bando sulla micromobilità in generale (monopattini elettrici, etc).  Diverse istanze di società pronte ad avviare la sperimentazione stanno arrivando in queste ore ai tanti comuni italiani, tra cui il nostro.

La condizione che stiamo vivendo a causa di un’emergenza che ci sta togliendo tanto, ci può portare però verso una nuova prospettiva.
Una ripartenza che può può darci molto, se saremo in grado di rimodulare il nostro pensiero e la nostra azione. Anche nei prossimi mesi l’accesso ai mezzi pubblici sarà limitato per tenere le distanze fra le persone, e l’uso delle auto private potrebbe portare traffico e inquinamento. Quale migliore mezzo della cara, vecchia, accessibile, democratica, bici?” – incalza Ferrandelli.

Ferrandelli in bici in via Libertà“Rilancio quanto sostenuto in questi giorni dalla Fiab (Federazione italiana ambiente e bicicletta) in una lettera aperta in relazione all’ipotesi di far salire sui mezzi pubblici un numero contenuto di passeggeri (muniti di mascherina e guanti) tale da rispettare la distanza di un metro imposta dai decreti anti-Covid. Detta soluzione sicuramente ridurrà il rischio di contagio, ma allo stesso tempo comporterà che un alto numero di passeggeri abituali, non riuscendo a usufruire dei mezzi pubblici e in mancanza di valide alternative, farà ricorso all’utilizzo dei mezzi a motore privati.

Fiab propone la percorribilità di tutte le corsie preferenziali alle biciclette, la possibilità di parcheggiare le bici sui marciapiedi, la realizzazione di Zone 30 (dove la velocità massima consentita è 30 km all’ora), una campagna di comunicazione per la mobilità dolce e sostenibile, convenzioni con le società di bike sharing, agevolazioni per acquisto delle biciclette.

Invito il Consiglio Comunale a votare presto la mozione da me depositata giorno 16 aprile e che raccoglie queste proposte – conclude Ferrandelli- e ne rilancia altre (mutuate dal lavoro tra associazioni e consiglieri comunali di Trento) come l’istituzione di ciclo- parcheggi protetti nei punti di interscambio, la creazione di un Ufficio biciclette, l’istituzione di nuovi percorsi ciclabili e progetti casa-lavoro, casa-scuola con dotazione di rastrelliere e servizi”.

 

 

LEGGI ANCHE:

Palermo, Ferrandelli: ”La bici il mezzo ideale per uscire dal lockdown, altro che tram”

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro