Montalbano Elicona in gara per l'edizione straordinaria della competizione "Il Borgo dei borghi" :ilSicilia.it
Messina

prevista in autunno nell'ambito della trasmissione di Rai3 Kilimangiaro

Montalbano Elicona in gara per l’edizione straordinaria della competizione “Il Borgo dei borghi”

di
30 Luglio 2018

La notizia è di quelle che lascia tutti piacevolmente sorpresi, soprattutto i tantissimi siciliani amanti e appassionati delle zone rurali e dei numerosi Borghi siciliani. Stupore accresciuto ancor di più quando il sindaco di Montalbano Elicona Filippo Taranto qualche giorno addietro ha postato sul suo profilo Facebook la comunicazione del presidente dei Borghi più Belli d’Italia Umberto Forte sull’ufficializzazione del ripescaggio di Montalbano Elicona nell’edizione straordinaria della competizione “Il Borgo dei Borghi” prevista in autunno nell’ambito della trasmissione di Rai3 Kilimangiaro, durante la quale si sfideranno a colpi di “voti” 60 Borghi, selezionati dalla direzione Rai e che includono i più votati in questi anni (come Montalbano), ma anche i Borghi sconosciuti al grande pubblico.

Filippo Taranto, sindaco di Montalbano Elicona

Una nuova e entusiasmante sfida che rappresenterà soprattutto un’enorme opportunità per tutto il territorio, garantirà una grande visibilità da sfruttare sin da subito e che si sposa perfettamente con le nuove attività di promozione turistica e di marketing territoriale promosse e coordinate da circa due mesi dall’incaricato del sindaco Antonino Sapienza ed intraprese in stretta collaborazione con l’Amministrazione Comunale e l’Ufficio Turistico che stanno portando nuova linfa di flussi turistici ed attenzione al Borgo messinese.

In tale ambito numerose le azioni programmate a già attive, tra le quali, un’imponente campagna di direct marketing partita direttamente dall’ufficio turistico, rivolta a tutte le strutture alberghiere della zona Jonica Messinese e Catanese, atta a valorizzare l’affascinante percorso stradale interno che parte da Giardini Naxos, tocca le Gole dell’Alcantara, passando successivamente da Roccella Valdemone ed arrivando appunto a Montalbano Elicona, una nuova proposta crocieristica presentata all’Autorità Portuale di Messina e puntualmente inoltrata alle compagnie, l’inserimento tra gli itinerari proposti da Taxi Jolly (la principale cooperativa di taxi messinese) che presta servizio anche dal Terminal Crociere ed una sinergia con Milazzo e nel dettaglio con l’ufficio turistico regionale coordinato dall’assessore Piera Trimboli, dal quale sarà possibile intercettare i flussi di interscambio dalla Isole Eolie proponendo anche un itinerario integrato Milazzo-Montalbano.

Tra le più importanti iniziative un’ulteriore valorizzazione dell’asse turistico tirrenico che vede l’unione promozionale, condivisione e lo scambio informativo tra Milazzo, Montalbano e Castroreale, quest’ultimo classificatosi secondo all’ultima competizione “Il Borgo dei borghi” e che ha visto oltre 35 mila presenze di visitatori dai primi mesi dell’anno ad oggi.

Una sorta di triangolo d’oro del turismo che sarà proposto da subito al mercato globale ed ai più importanti tour operator. Infine di grande rilevanza la collaborazione sempre più incisiva con il virtuoso comprensorio turistico di Tindari gestito e promosso dall’Ufficio Regionale e la relativa integrazione con gli itinerari, gli eventi e le iniziative di settore.

Montalbano Elicona detiene un patrimonio storico, artistico e naturalistico unico nel suo genere. A partire dal meraviglioso Castello Svevo Aragonese che insieme al suggestivo Borgo Medievale rappresenta il vanto non solo della popolazione locale ma anche prestigio per tutto il territorio e per il quale a breve termine sarà completata un’imponente ed accurata fase di restauro che riporterà il sito all’antico splendore. E poi gli affascinanti Megaliti dell’Altopiano dell’Argimusco dai quali si propaga l’aspetto mistico e l’interesse astronomico che richiama migliaia di visitatori e studiosi da ogni parte del mondo.

Ed infine il Bosco di Malabotta, considerato da molti il bosco incantato ed incontaminato per il quale saranno proposte a stretto giro iniziative innovative.

Ulteriore azione di social media strategy è l’attivazione della pagina Facebook ufficiale “Montalbano Elicona – Borgo dei Borghi“, gestita da uno staff professionale sulla quale vengono postate in tempo reale le varie iniziative, attività ed i vari contributi informativi e promozionali.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Il Gatto Obeso e le ZTL

Il gatto obeso e sazio non avrà mai stimoli a sforzarsi per andare a cercare i topi. Quindi non ho aspettative da “nuovi soldati”, sono siciliano e vivo a Palermo e dietro a nuovi volti mi farò la domanda più importante: “a cu appartieni?”
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

La ddraunàra: i racconti di Silvana Grasso

È disponibile dal 16 luglio La ddraunàra, la raccolta di racconti di Silvana Grasso, a cura di Gandolfo Cascio ed edita da Marsilio che ripubblica così due opere, Nebbie di ddraunàra (Le Tartarughe 1993) e Pazza è la luna (Einaudi 2007).

I giannizzeri

A partire soprattutto dal 1850, il controllo del territorio in Sicilia diviene sempre più arduo per la gendarmeria borbonica. Gruppi armati dediti al malaffare, bande e banditi, nonostante l’inasprimento delle pene – il ricorso all’esecuzione diretta era prassi ordinaria - percorrevano senza molti contrasti le campagne siciliane e rendevano difficile garantire la sicurezza.
. Rosso & Nero .
di Elio Sanfilippo

Palermo fa acqua da tutte le parti, Orlando cambi tutto o si dimetta

I cittadini sono sommersi dall'immondizia, intere zone trasformate in discariche, lavori stradali che non finiscono mai, servizi pubblici che non funzionano, fino allo scandalo dei cimiteri dove non si capisce perché non si sono avviate le procedure per la costruzione del nuovo cimitero previsto dal piano regolatore.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.