Moody's conferma il rating della Regione: debito in calo :ilSicilia.it

Il report dell'agenzia

Moody’s conferma il rating della Regione: debito in calo

di
22 Ottobre 2019

“Ba1”: rimane stabile il rating riportato nell’ultimo aggiornamento del Credit Opinion di Moody’s per la Regione Siciliana.

Il report diffuso dall’agenzia di rating evidenzia la riduzione del debito che nel 2020, secondo le stime, scenderà al di sotto dei 7 miliardi. Notevole la diminuzione dell’incidenza sulle entrate d’esercizio, che nelle previsioni passa dal 48,5% del 2017 al 44,8 del 2019 e al 43,2 nel 2021.

Aumenta in modo anche la liquidità, con un progressivo incremento nell’ultimo biennio di ben oltre il miliardo di euro. Trovano inoltre riscontro significative riduzioni di spesa in diversi settori a partire da quello sanitario.

Moody’s mette in risalto i contenuti dell’accordo Stato-Regione nel dicembre 2018 sugli equilibri finanziari della Regione, con minori trasferimenti nel triennio per circa 900 milioni di euro.

Vengono inoltre pubblicate alcune considerazioni sulla gestione amministrativa della Regione utilizzando “politiche di bilancio credibili e di risanamento”. Il rapporto, inoltre, pone l’attenzione sulla rilevanza dell’autonomia finanziaria regionale derivata dalla prevista applicazione delle norme dello Statuto speciale.

Al termine del 2018, la Regione siciliana ha registrato un indebitamento netto, diretto e indiretto, di 7,4 miliardi di euro, diminuito dal 2017, quando ammontava a 7,7 miliardi di euro. Le previsioni dell’Ente territoriale sono positive e prevedono che il debito scenderà a 6,7 miliardi di euro entro il 2021. La porzione maggiore del debito regionale diretto alla fine dell’anno 2018 era rappresentato da prestiti bancari con una scadenza media di circa 22 anni.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv Medical Drama: Emozioni in corsia

Di serie tv Medical Drama ( serie tv ambientate in ospedale) ne sono state realizzate moltissime; soprattutto in questi ultimi anni, alcune  hanno riscosso un tale successo che i protagonisti sono diventati i medici o gli infermieri che tutti noi vorremmo incontrare

Blog

di Renzo Botindari

E se fosse colpa del “mal bianco”?

La nostra città è come una bella pianta ammalata e piena del “mal bianco”, un grosso parassita che tarpa qualunque fioritura e che non permette ai fiori di schiudersi.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin