Morte anziana per frana a Capo Gallo, a giudizio tre ex assessori di Palermo :ilSicilia.it
Palermo

le accuse

Morte anziana per frana a Capo Gallo, a giudizio tre ex assessori di Palermo

di
15 Luglio 2020

Il gup di Palermo Rosario Di Gioia ha rinviato a giudizio, a vario titolo, tutti gli indagati per disastro, omicidio colposo e lesioni per la morte di Ornella Paltrinieri Galletti, l’anziana travolta nel sonno da un masso di cento tonnellate che si staccò il 27 novembre 2015 da monte Gallo, a Palermo.

Si tratta dei tre ex assessori alla protezione civile, Roberto Clemente, Aristide Tamajo ed Emilio Arcuri, che hanno ricoperto l’incarico dal 2004 e il 2015; dei tre capi di quel dipartimento Salvatore Badagliacca, Nicola Di Bartolomeo e Francesco Mereu.

Quest’ultimo, insieme a Filippo Carcara e Antonio Dino, era responsabile unico del progetto (Rup) della messa in sicurezza di monte Gallo, che iniziò con dieci anni di ritardo la settimana dopo la tragedia. Andranno a processo anche Massimo Verga, progettista e direttore dei lavori e i tecnici Camillo Alagna, Emilio Di Maria, Giuseppe Vinti.

Il gup nei mesi scorsi aveva archiviato le posizioni dell’attuale sindaco Leoluca Orlando e del suo predecessore Diego Cammarata. Stessa decisione per gli ex dirigenti Mario Li Castri, Fabio Cittati, Vincenzo Cerniglia, Rosario Verga e Aldo Pisano.

I parenti della vittima, assistiti dall’avvocato Alessandro Campo, si opposero solo all’archiviazione dei due primi cittadini e di Li Castri, ma il giudice lo scorso gennaio ha deciso la definitiva uscita dei tre dal processo. La donna è morta in via Calpurnio, nella zona di Mondello.

Il giorno della tragedia i vigili del fuoco trovarono sotto le macerie il corpo di Paltrinieri Galletti, 88 anni. Nella stessa abitazione furono soccorse la figlia di 52 anni e la nipote, una diciannovenne portata in ospedale e dimessa giorni dopo.

La Procura sequestrò la villetta e avviò le indagini per accertare se la casa fosse stata costruita nel rispetto delle normative edilizie, se la zona fosse considerata a rischio e se fossero state adottate misure per la messa in sicurezza della parete rocciosa. Secondo i pm Silvia Benetti e Bruno Brucoli, i politici indagati e i responsabili degli uffici comunali di Protezione civile avrebbero omesso di adottare urgenti interventi non strutturali per la mitigazione del rischion nelle aree in dissesto della zona B della parete rocciosa di Monte Gallo, considerata la lunga fase di progettazione ordinaria , i cui lavori definiti “urgenti e necessari” nel 2004, furono avviati solo a dicembre del 2015 dopo la tragedia.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Outlander e i viaggi nel tempo

Anche questa volta lo spunto per scegliere l argomento del nuovo articolo me lo ha dato una serie che sto seguendo in questo periodo con interesse crescente  : "Outlander". Sei  stagioni tutte presenti su Sky,  una serie di cui avevo sentito parlare e che più volte mi era stata

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.