Morto il fratello maggiore di don Pino Puglisi :ilSicilia.it

L'annuncio del presidente del Centro Padre Nostro

Morto il fratello maggiore di don Pino Puglisi

1 Febbraio 2019

Nella notte trail 31 gennaio e il primo febbraio, intorno all’una, è morto Gaetano Puglisi, il fratello più grande del don Pino Puglisi, il sacerdote martire, ucciso dalla mafia.

Si è già riabbracciato con Pino, il fratello – dice il presidente del Centro Padre nostro, Maurizio Artaleche tanto in vita ha pianto da quando la mafia lo uccise la sera del 15 settembre del 1993. Ora avrà più tempo per giocare e mangiare con Nicolino, un altro fratello morto all’età di 15 anni per una malformazione al cuore“.

Nel libro scritto da Fulvio Scaglione e i fratelli di don Pino, Gaeteno e Francesco, quest’ultimo racconta il dolore straziante che Gaetano aveva ancora nel suo cuore per Pino, ma anche la tempra del capofamiglia e l’umorismo che lo accomunava al fratello Beato.

I funerali saranno celebrati il 2 febbraio alle ore 10:30 nella Chiesa Madre in piazza Nuova a Castelvetrano.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.