17 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 12.54
Palermo

A partire dall'8 dicembre

Mostra su Modigliani a Palermo: per le festività, concerti, presentazioni e degustazioni

6 Dicembre 2018

Concerti, presentazioni di libri, degustazione di panettone Fiasconaro dal 9 dicembre al 6 gennaio, e spettacoli collaterali nel periodo a partire dal prossimo 8 dicembre per coloro che visiteranno la mostra “Modigliani Les Femmes Multimedia Experience”.

Inoltre, una partnership con Trenitalia che permetterà, ai clienti delle tratte regionali, che si muoveranno in treno per ammirare l’esposizione, di usufruire di uno sconto sul biglietto d’ingresso alla mostra, € 8 anziché 12. Per ottenere l’agevolazione basterà esibire al botteghino un biglietto di corsa semplice o abbonamento regionale valido per raggiungere Palermo il giorno stesso l’ingresso alla mostra. L’offerta non è cumulabile con altre in corso.

Palazzo Bonocore ospiterà 4 concerti: 20 dicembre ore 19 Quartetto Sax Brothers; 8 gennaio ore 18 Quartetto Sax Brothers; 13 gennaio ore 11 Quartetto di chitarre; 20 gennaio ore 11 Violoncello e lettura dalla “Follia nell’Arte” di Gino Pantaleone.

Palazzo delle Aquile, invece, sarà la location per presentare due libri: primo appuntamento con Sarà Favarò, autrice di “Santi e dei” (Tipheret gruppo Bonanno Editore) il 20 dicembre alle 17 a Sala delle Lapidi, il 29 dicembre sempre alle 17 sarà la volta di Ignazio Licata, autore di “Complessità”.

Continua il successo tra il pubblico e i tanti curiosi dell’esposizione multimediale, inaugurata lo scorso 3 novembre a palazzo Bonocore, dedicata al pittore livornese – organizzata da Navigare Srl, curata da Alberto D’Atanasio, in collaborazione con l’Istituto Amedeo Modigliani, nell’ambito delle manifestazioni di Palermo Capitale italiana della Cultura 2018 – a cui si aggiungono le opere meravigliose della “stanza segreta”, due della quali attribuibili ad Amedeo Modigliani – Jeanne e Hannelore – e tre opere di amici di Modigliani,  Maurice Utrillo, Joseph Fernand Henry Leger, Giovanni Fattori.

Ecco gli orari in vista delle festività: 24 e 31 dicembre 10-18; 25 e 26 dicembre 10-20,30; 1 e 6 gennaio 10-20,30.

Mostra fino al 31 marzo 2019 – Orari: dal lunedì (lunedì mattina chiusura pomeridiana con apertura ore 14) al giovedì e la domenica 10 – 20.30; Venerdì e sabato 10 – 22.30 (ultimo ingresso trenta minuti prima della chiusura). Produzione: Navigare Srl – info: 345/2750787 (info@navigaresrl.com).

Biglietti – Intero: € 12;  Ridotto: € 10 per over 65 anni, forze dell’ordine, vigili del fuoco, personale docente ed educativo Ministero Pubblica Istruzione; € 8: universitari, ragazzi fino a 18 anni e convenzioni; € 5: visita scuole. Gratuità: bambini fino a 8 anni, disabili con accompagnatori. La biglietteria chiude trenta minuti prima dell’orario di chiusura. Biglietteria/Info: Palazzo Bonocore – 342/1468635 – 345/2750787.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Prendiamo consapevolezza

Un consiglio da affidare alle suppliche a Santa Rosalia: mettiamo da parte gli slogan, i “nemici da cuntintizza”, gli specchietti per le allodole, prendiamo consapevolezza per una volta che siamo nella merda. Lavoriamo per coprire il gap che ci separa dalle grandi città e un domani sarà tutto consequenziale, anche il pallone.
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

“Meglio soli…” La Lega primo partito non ha nessuno nei posti di comando

In Sicilia, terra di paradossi, anche la politica non si sottrae a questa "legge di natura". Fra i tanti, quel che colpisce è che la Lega, primo partito italiano, che le europee hanno consacrato - con oltre il 20 per cento dei voti - come seconda forza politica nell'Isola dopo il M5S, non ha alcuna rappresentanza né all'Assemblea regionale siciliana e nemmeno nel governo regionale.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.