Movida a Palermo: confronto Orlando-gestori, si lavora ad un accordo :ilSicilia.it
Palermo

PROSSIMO INCONTRO MERCOLEDì 24 giugno

Movida a Palermo: confronto Orlando-gestori, si lavora ad un accordo

di
19 Giugno 2020

Si è svolto ieri, a margine della manifestazione in piazza Pretoria, l’incontro fra il sindaco di Palermo Leoluca Orlando e i gestori di pub e ristoranti.

Un confronto durato oltre due ore, ma definito positivo dalle parti in causa, con una serie di proposte concrete poste sul tavolo. Il primo cittadino ha deciso di prendersi una settimana di tempo per valutare le proposte della delegazione.

I CONTENUTI DELLA PROPOSTA

L’ordinanza, molto probabilmente, cambierà forma rispetto alla suo testo originale.

Secondo indiscrezioni, si parla di un posticipo del divieto di vendita da asporto di bottiglie in vetro alle 23:00. Dopo quell’ora, la contrattazione di prodotti take away potrà protrarsi solo in contenitori di plastica, fino all’orario di chiusura dei locali, posto alle 02:00.

Sul tavolo anche proposte che permettano di alimentare l’importante volano economico cittadino.

Dalla messa a disposizione di spazi pubblici  per eventi culturali (parchi, aree verdi, ville comunali, ecc.), organizzati dagli stessi gestori, alla costituzione di un tavolo permanente che affronti le proposte e le problematiche del settore.

Dei risultati dell’incontro si dice soddisfatto Alfonso Zambito, presidente Feipe-Assoimpresa Palermo.

“Sono fiducioso sul prossimo incontro. Il dialogo e l’incontro con l’amministrazione è stato positivo. Il sindaco ha riscontrato la qualità, messa in campo della delegazione, nel trovare soluzioni razionali che consentano di svolgere la propria attività, nel rispetto delle regole e della quiete pubblica“.

Il prossimo incontro è stato fissato per mercoledì 24 giugno.

© Riproduzione Riservata
Tag:

La GiombOpinione

di Il Giomba

La “Maleducazione 2.0”

Se è vero che i tempi cambiano, anche le cattive abitudini educative diventano tecnologiche e "2.0": anche la maleudcazione, insomma, diventa "moderna"...

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Blog

di Renzo Botindari

Quella celestiale melodia in “LA”

Il presenzialismo non finalizzato ad alcuna crescita è una opportunità sprecata, ecco perché trovo piacere di ospitare chi sappia apprezzare il valore del “regalo”.
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin