Movida Palermo, sanzioni ai Chiavettieri e Vin Brulé. A Ballarò vigili aggrediti :ilSicilia.it
Palermo

il fatto

Movida Palermo, sanzioni ai Chiavettieri e Vin Brulé. A Ballarò vigili aggrediti

di
11 Luglio 2020

Sanzionati quattro locali nell’ambito dei controlli effettuati nella sera di ieri, venerdì 10 luglio, per il rispetto delle misure di contenimento del COVID-19.

Nel corso dei controlli, in uno dei locali, si sono verificate forti tensioni, tanto che gli agenti hanno dovuto chiedere l’intervento di altre pattuglie per completare le operazioni di sequestro. Per la prima volta da quando è in dotazione alle pattuglie, inoltre, gli agenti hanno dovuto fare ricorso al sistema di chiamata d’emergenza tramite dispositivo indossabile, poiché veniva loro impedito di chiamare supporto tramite la radio.

Massima solidarietà agli agenti aggrediti – hanno dichiarato il sindaco Leoluca Orlando e il vice sindaco Fabio Giambronee plauso per la professionalità dimostrata nel proseguire attività di controllo e repressione di comportamenti che non sono soltanto illeciti amministrativi, ma costituiscono un grave rischio per la salute di tutti”.

A seguire i dettagli dei controlli effettuati:

– Controllo ispettivo al pub Taverna Conti di Via Nunzio Nasi, 6/8/10 in piazza Ballarò.

All’atto del sopralluogo, il pubblico esercizio esercitava l’attività di somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche e ristorazione, con intrattenimento musicale. Al controllo, è emerso che l’attività era priva della prescritta autorizzazione e/o SCIA.

Contestazioni elevate: locale sprovvisto della prescritta SCIA per l’attività di somministrazione di alimenti e bevande con annessa cucina laboratorio, verbale di euro 5.000 e sequestro cautelare amministrativo. Attività sprovvista della prescritta Registrazione Sanitaria, verbale di euro 3.000.

Nel corso dei controlli il gestore del locale si è opposto con forza e violenza al sequestro con il supporto di numerosi avventori presenti in piazza Ballarò. Si sono verificati momenti di forti tensioni, tali da richiedere con urgenza ausilio alla Centrale operativa. Per completare le operazioni di sequestro è stato necessario l’intervento di cinque volanti dei Carabinieri e una camionetta della Guardia di Finanza.

– Sopralluogo al pub Vin Brulè in via Chiavettieri, 30/32.

Notizia di Reato, ai sensi dell’Art 650 CP, per non avere osservato l’orario di chiusura imposta dall’Ordinanza del sindaco e ai sensi degli artt. 633 e 639 bis CP per avere occupato illecitamente una porzione di area pubblica, circa 50 mq, quasi l’80 % della carreggiata, ai fini di trarne profitto.

Contestazioni elevate: proseguiva l’attività di somministrazione di alimenti e bevande alcoliche ai tavoli oltre le ore 2.00, contravvenendo a quanto stabilito dall’Ordinanza sindacale (Art.5 O. S. 66/2020), verbale di euro 1.000. Art 20 CdS, per l’illecita occupazione di suolo pubblico, verbale di euro 178. Locale sprovvisto di Dia Sanitaria esterna, verbale di euro 1.000. Non rispettava i termini previsti dal Regolamento comunale Dehors, verbale di euro 350.

– Controllo Ispettivo al pub Planta di via Alessandro Volta, 22.

All’atto del sopralluogo, il pubblico esercizio esercitava l’attività di somministrazione di alimenti e bevande con annessa cucina laboratorio.
Contestazioni elevate: il titolare era privo dell’attestato di alimentarista, verbale di euro 1.000. Non rispettava i requisiti generali di igiene, verbale di euro 2.000. Locale privo del prescritto Piano di Autocontrollo HACCP, verbale di euro 2.000.

– Controllo ispettivo al pub Ai Chiavettieri di Via Chiavettieri, 14/16/18.

All’atto del sopralluogo, il pubblico esercizio esercitava l’attività di somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche e ristorazione, con intrattenimento musicale. Al controllo, è emerso che l’attività era priva della prescritta autorizzazione e/o SCIA.
Contestazioni elevate: sprovvisto della prescritta SCIA di attività di somministrazione di alimenti e bevande con annessa cucina laboratorio, verbale di euro 5.000 e sequestro cautelare amministrativo. Sprovvisto della prescritta Registrazione Sanitaria, verbale di euro 3.000. Proseguiva l’attività di somministrazione di alimenti e bevande alcoliche ai tavoli oltre le ore 2.00, così come prescritto dall’Ordinanza del sindaco (art 5 O.S. 66/20), verbale di euro 1.000. Infine, notizia di reato ai sensi dell’art 650 CP per non avere osservato l’orario di chiusura imposta dall’Ordinanza del sindaco

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Credete che stiano dormendo?”

Non voglio ritornare a quel mondo malato, Io mi auguro di venirne fuori, quantomeno fisicamente, ma dovremmo fare un patto, un vero patto collettivo affinché si prenda insegnamento di tutto quanto ciò e si possa per una volta dire: “mai più!”. La riflessione di Epruno.
Balzebù
di Balzebù

M5S, la nuova spaccatura che sa di rottura definitiva del giocattolo

E’ cominciata molto prima del previsto la parabola discendente del Movimento 5 stelle. Probabilmente, non arriverà neanche alle prossime elezioni. Il disfacimento della creatura di Beppe Grillo è sotto gli occhi tutti. Ma nessuna sorpresa: un partito fondato soltanto sulla protesta non poteva avere un futuro

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin