Mozione di sfiducia contro Orlando, il sindaco di Palermo: "Posizione disperata" :ilSicilia.it
Palermo

le parole del primo cittadino

Mozione di sfiducia contro Orlando, il sindaco di Palermo: “Posizione disperata”

di
14 Settembre 2020

Quello del sindaco Orlando è l’ultimo intervento di una serie che hanno come tema centrale la sfiducia al primo cittadino. “La mozione di sfiducia è un momento di chiarezza importante ed è stata presentata con la sola condivisione di un obiettivo: fare concludere questa esperienza amministrativa e affidare a un commissario regionale la guida della città, mi sembra una posizione disperata“.

Questo l’incipit del discorso che il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, sta pronunciando in aula nel corso del dibattito sulla mozione di sfiducia presentata nei suoi confronti da 19 consiglieri comunali. Parlando di Ztl e pedonalizzazioni, due degli elementi evidenziati nella mozione contro la sua esperienza di governo, Orlando ha evidenziato: “Non sono in discussione“.

Questa maggioranza è una straordinaria unione di minoranze che sta in piedi perché c’è una visione. E’ singolare che nella mozione si parli di Ztl e pedonalizzazioni. Su questi temi c’è una sorta di ossessione ma si tratta di scelte che, per quanto riguarda questo governo della città, sono fuori discussione. E’ evidente che tutto questo serve a regalare qualche insulto all’assessore e un protagonismo che non merita perché è una visione di tutta la Giunta. Indietro non si torna e, anzi, dobbiamo preparare la Ztl 2″.  Afferma il primo cittadino.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

“Teoremi, Postulati e Dogmi”

Oggi il capo non vuole più esser messo in discussione. Una mente matematica come la mia nella sua vita si è nutrita di teoremi i quali partendo da condizioni iniziali arbitrariamente stabilite, giungono a conclusioni, dandone una dimostrazione.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.