Msc Crociere, valorizzare la Blue Economy | ilSicilia.it :ilSicilia.it

Gianni Onorato, settore in crescita ma numeri spesso sottostimati

Msc Crociere, valorizzare la Blue Economy

24 Novembre 2016

Valorizzare la Blue Economy, l’economia del mare. Questa è la principale esortazione lanciata dall’amministratore delegato di Msc Crociere, Gianni Onorato, in occasione della consueta cena di Natale svoltasi ieri sera a Milano. Il mare, e tutto ciò che esso genera, è uno dei settori più importanti in Italia, come confermano i dati dell’ultimo Rapporto di Unioncamere. A fine 2015 operavano 185.000 piccole imprese, pari al 3,1% del totale imprenditoriale di tutto il Paese e soprattutto la produzione dell’economia del mare è arrivata a circa 43 miliardi di euro (pari al 3,5% dell’economia nazionale) con 835.000 occupati. Se inoltre si considera l’indotto si arriva a 123 miliardi di euro di valore aggiunto, con un costante aumento di imprese (5,2% negli ultimi cinque anni, uno dei pochissimi settori in crescita).

L’impegno di MSC a valorizzare l’economia del mare deriva dai numeri generati dal gruppo che comprende Msc Crociere, Bluvacanze, Msc Cargo, Gnv e Snav ed altre aziende minori : la stima della ricaduta economica è di circa 5 miliardi di euro, pari al 4% della produzione della Blue Economy nazionale.

“Questi sono numeri importanti per un Paese come il nostro che, per avere coste quanto nessun altro, ha anche la caratteristica di distribuire in modo omogeneo la Blue Economy su tutto il Paese, da Nord a Sud, anche se nel Mezzogiorno registra il maggior numero di imprese giovanili e di imprese femminili”, afferma Onorato.

Nel solo 2016 ha movimentato, in Italia, 2,74 milioni di passeggeri mentre ne ha imbarcati dai porti italiani (ne sono stati toccati 13) 665 mila passeggeri. Persone – fa notare la compagnia di navigazione – che generano la fetta più rilevante di indotto, utilizzando anche alberghi, ristoranti, treni, aeroporti, autostrade.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Sembra facile?

"A volte sentire parlare la massa ti mette nelle condizioni di dover contare fino ad un milione per non esplodere in violente risposte davanti a palesi affermazioni ipocrite o davanti alle omissioni". Dal blog Epruno, di Renzo Botindari
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.