Musei, mostre e palazzi, ecco i luoghi aperti a Palermo nel weekend di Pasqua | FOTO :ilSicilia.it
Palermo

Per chi resta in città

Musei, mostre e palazzi, tutti i luoghi aperti a Palermo nel weekend di Pasqua | FOTO

di
19 Aprile 2019
mostra Leonardo
mostra Leonardo
Museo Salinas
Cantieri Culturali della Zisa
Spazio Zac
Palazzo Braciforte
Palazzo Branciforte

Guarda le foto in alto 

Nel lungo weekend di Pasqua, domenica 21 e lunedì 22 aprile, molti luoghi espositivi e culturali rimarranno aperti al pubblico, pronti ad accogliere turisti e curiosi.

Vogliamo consigliarvi a tal proposito alcune mostre e luoghi, informandovi sulle aperture straordinarie legate alle festività pasquali.

Il complesso monumentale di Santa Maria dello Spasimo (Via Dello Spasimo, 10) rimarrà fruibile entrambi i giorni: domenica 21 dalle ore 09.00 alle ore 14.00; lunedì 22 dalle ore 9,30 alle ore 18,30.

Palazzo Branciforte (Largo Gae Aulenti, 2) con il suo spazio museale e la biblioteca, resterà aperto domenica dalle 9.30 alle 19.30, con possibiltà di effettuare visite guidate ogni ora a partire dalle 9.30 alle collezioni e al  Monte dei Pegni. Lunedì sarà giorno di chiusura settimanale.

Anche Palazzo Bonocore (Piazza Pretoria, 2) rimarrà aperto entrami i giorni, domenica dalle ore 9.30 alle 21.30 e lunedì dalle 9.30 alle 20, per la mostra “Leonardo da Vinci, la Ragione dei Sentimenti. Macchine, Disegni e Anatomia”, in programma fino al prossimo 29 settembre.

Alla Galleria d’Arte Moderna (Via Sant’Anna, 21), aperta per Pasqua e Pasquetta, dalle ore 9,30 alle ore 18,30, si potrà ammirare la collezione permanente e la mostra retrospettiva di Ferdinando Scianna.

Lo Spazio Zac (Via Paolo Gili, 4), aperto solamente domenica, dalle ore 9,30 alle ore 18,30, mostrerà le opere irriverenti di Max Papeaschi e Max Ferrigno; i Cantieri Culturali della Zisa, invece, in generale saranno fruibili l’intera giornata di Pasqua.

Il Museo Archeologico Regionale Antonio Salinas (Piazza Olivella, 24), infine, la domenica di Pasqua sarà aperto dalle 9,00 alle 13,30.

A Monreale, sabato 21 aprile la mostra sulle Icone, allestita al Museo Diocesano della cittadina normanna, sarà aperta dalle 9,30 alle 15,30. Il lunedì di Pasquetta, la mostra resterà aperta dalle 9,30 alle 13.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.