Museo Pitrè ancora chiuso, Forello: ''Nell'anno della Cultura è un paradosso'' :ilSicilia.it
Palermo

proseguono i lavori per l'allestimento permanente

Museo Pitrè ancora chiuso, Forello: ”Nell’anno della Cultura è un paradosso”

di
12 Marzo 2018

Il museo etnografico siciliano ”Giuseppe Pitré” è ancora chiuso per via dei lavori,  non ancora conclusi, per l’allestimento permanente.

A commentare questa situazione è Ugo Forello, consigliere comunale di Palermo del M5s, ”nell’anno in cui Palermo è capitale della Cultura che il museo Pitrè sia ancora chiuso al pubblico è un paradosso”.

Inoltre – continua Forellola decisione dell’amministrazione di destinare, con la nuova riorganizzazione, l’ex direttore del museo, il dott. Filippo Guttuso a  quello che ad oggi è un “non incarico”, ovvero a “responsabile del servizio studi per la valorizzazione dei beni archivistici e librari del servizio bibliotecario e archivistico c/o il settore cultura” sprovvisto di uffici, funzioni e personale,  desta preoccupazione e disagio.

Infatti – sottolinea ancora – è bene evidenziare che l’ex direttore del museo Pitré ha dato luogo ad una importante opera di ricognizione inventariale dei beni presenti nel museo che ha portato alla scoperta di una situazione incredibile: il non rinvenimento di ben 253 oggetti (fra tessuti, indumenti, utensili, statuette, armi, pitture ecc.).

A seguito di tale verifica, lo stesso Dirigente, il 15.02.2017, ha sporto denuncia presso il Comando dei carabinieri, tutela patrimonio culturale.

Quanto abbiamo appreso dall’accesso agli atti fa emergere tutte le contraddizioni di una città capitale della cultura ma anche dell’abbandono e dell’incuria, in cui beni di pregio e interesse culturali risultano fuori posto, mancanti, se non, addirittura, scomparsi nel nulla” conclude Ugo Forello.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Se sei donna

di Mila Spicola

Una via per Franca Florio

La vita di Franca Florio, fatta di discese ardite e dure risalite è una grande storia, la fortuna, la sfortuna, la ricchezza, la povertà, la felicità, il dolore, si mischiano in quello che è un romanzo più romanzo di ogni pagina immaginata.

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.