Museo Riso: in mostra nella Foresteria le opere recenti di Franco Accursio Gulino :ilSicilia.it
Palermo

Fino a 12 gennaio 2020

Museo Riso: in mostra nella Foresteria le opere recenti di Franco Accursio Gulino

di
4 Dicembre 2019

La mostra “Corde tese e passi“, opere recenti di Franco Accursio Gulino, verrà inaugurata sabato 7 dicembre, alle ore 18, presso la Foresteria di Palazzo Belmonte Riso (Via Vittorio Emanuele, 365).

La personale, a cura di Valentina Di Miceli ed Enzo Fiammetta, racconta il periodo più recente dell’attività dell’artista.

Il Museo regionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Palermo riconferma il proprio impegno a “lavorare” in rete con le istituzioni del territorio che si occupano del contemporaneo, presentando questa mostra che ha come obiettivo la conoscenza, valorizzazione e diffusione del patrimonio culturale siciliano.

La mostra, inoltre, rafforza l’intesa tra il  Museo e la Fondazione Orestiadi, che, attraverso l’arte e la creatività degli artisti contemporanei, recupera i segni di una tradizione radicata nel territorio, espressione e vitalità nuove.

Attraverso una selezione di opere del 2018 e 2019, l’esposizione esplora alcuni dei temi costanti della ricerca dell’artista, mettendone in luce la riflessione sul tema dello spostamento, dell’attraversare luoghi e stati del transito.

Franco Accursio Gulino

La Ferdinandea, l’isola vulcanica emersa nel 1831 nel mare tra Sciacca e Pantelleria e scomparsa subito dopo; i ponti, le barche alate, i cartelloni pubblicitari, le tavole di legno levigate dal mare, i cartoni, la materia caotica e accumulata sono la brama di movimento, la tensione verso approdi sempre diversi e mai scontati.

Scrive Valentina Di Miceli nel testo di presentazione: “Gulino è sempre in cammino, come i profughi di cui racconta i passi, in una transumanza umana ininterrotta che porta alle radici dell’essere umano, transitando attraverso tempi e luoghi, attraverso materiali e tecniche, reinventandosi quotidianamente. Gulino è un clandestino dell’arte, controcorrente, nessuna moda lo tiene legato ad una cifra stilistica; la sua identità sta nel percorso, nei suoi passi risoluti verso approdi sempre diversi, in definitiva verso la libertà.

Gulino è un ponte, tra i contenuti e la materia, tra l’arte e la vita, tra il pensiero e l’immagine. E poi dipinge anche ponti. Ponti solidi o pericolanti, cavi tesi tra la bestia e il superuomo, sopra abissi oscuri, profondi, sempre in bilico verso qualcosa di incerto.

Il curriculum dell’artista

Franco Accursio Gulino, pittore, scultore, poeta, video-artista, è nato a Sciacca nel 1949. Sin dall’inizio della sua attività riceve importanti riconoscimenti e premi ed è impegnato in numerose mostre.

Tante le esposizioni negli anni tra cui: la personale Design and the Embalmer è presentata a New York presso l’Istituto Italiano di Cultura (1997) e l’anno successivo presso The Art Gallery at Brooklyn College e presso la Allen Priebe Gallery nel Wisconsin.

Franco Accursio Gulino

Del 2003 è la mostra In medio stat virtus, a cura della Fondazione Orestiadi di Gibellina, la cui presentazione è di Gianluca Ranzi.

Nel 2011 viene inaugurata a Nairobi, in Kenia, la mostra Camminanti, parola che raccoglie in sé la storia dei migranti, dei clandestini, degli uomini in viaggio e in trasformazione a cui Gulino dedica la sua pittura da oltre un ventennio.

Sin dagli inizi degli anni ’90  Gulino è impegnato nella realizzazione di un poderoso ciclo di opere dedicate alla figura di Pier Paolo Pasolini. Nel 2012 espone a Roma nella mostra collettiva PPP. Una polemica inversa. Omaggio a Pier Paolo Pasolini, a cura di Flavio Alivernini.

Nel 2015 espone nella mostra collettiva Artisti di Sicilia. Da Pirandello a Iudice a cura di Vittorio Sgarbi.

Nello stesso anno espone nella mostra Eolie 1950/2015. Mare Motus. L’isola nell’arte contemporanea dalla Sicilia al Cile, a cura di Lea Mattarella e Lorenzo Zichichi.

Nel 2019, infine, viene invitato ad esporre alla I° Biennale di St. Moritz, in Svizzera, e nello stesso anno le opere del ciclo Black Friday sono esposte in una mostra personale presso l’Hôtel de Paris di Monte-Carlo.

Sull’artista sono stati realizzati documentari e Video d’Arte, tra cui Quanti soggetti tu sei? e Ritratto d’artista. Franco Accursio Gulino della regista austriaca Johanna Tschautscher.

Dalla continua produzione letteraria e pittorica di Gulino nascono anche cortometraggi scritti e diretti dallo stesso artista. Le sue opere sono presenti in numerose collezioni pubbliche e private, nazionali ed internazionali.

Fino al 12 gennaio 2020 (martedì, mercoledì, domenica 10 – 19:30; giovedì, venerdì, sabato 10v– 23:30; lunedì chiuso, eccetto i festivi. Ingresso € 6).

© Riproduzione Riservata
Tag:

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Outlander e i viaggi nel tempo

Anche questa volta lo spunto per scegliere l argomento del nuovo articolo me lo ha dato una serie che sto seguendo in questo periodo con interesse crescente  : "Outlander". Sei  stagioni tutte presenti su Sky,  una serie di cui avevo sentito parlare e che più volte mi era stata

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro