Musica: al Teatro Santa Cecilia l'ambizioso progetto artistico delle sorelle Faja :ilSicilia.it
Palermo

Venerdì 8 marzo

Musica: al Teatro Santa Cecilia l’ambizioso progetto artistico delle sorelle Faja

di
21 Febbraio 2019

Un progetto artistico che unisce caratteristiche musicali differenti per regalare al pubblico  uno spettacolo di grande impatto emotivo: protagoniste assolute della performance musicale “Fajart – l’Arte Ricevuta” saranno Flora, Monica e Roberta Faja.

Figlie d’arte, tre donne che hanno fatto della musica e dello spettacolo il proprio leit-motiv, tre artiste che hanno un’eredità forte che, venerdì 8 marzo (ore 21,15), doneranno al pubblico sul palco dello storico teatro palermitano Real Teatro Santa Cecilia.

Flora, Monica e Roberta hanno una storia che le identifica, figlie di Angelo Faja, flautista e direttore d’orchestra di fama internazionale, pronipoti di Marcello Buogo, pianista, compositore e didatta famoso in tutto il mondo, nipoti di Norino Buogo, pianista, compositore, didatta, ancora attivo professionalmente in territorio europeo.

Le tre artiste si sono unite per realizzare un progetto ambizioso con al suo interno diverse performances, unico cui fil-rouge la musica pura.

Lo spettacolo prevede un format composto da musiche, arti visive e movimenti scenici, il tutto realizzato con un carattere diverso per genere e  formazione.

Il primo momento sarà rappresentato dall’Ensemble Strumentale Barocco “Cordes et Vent condotto da Roberta Faja, il secondo dal Coro Giovanile Femminile “Aeolian Vocal Ensemble diretto da Monica Faja, ed infine vi sarà il momento dedicato alla musica jazz con “Free Age.

Il palcoscenico sarà costantemente occupato dai gruppi coinvolti con giochi di luce e ombra che segneranno il passaggio tra i vari momenti musicali. Il repertorio proposto spazierà tra stili e generi diversi, dal Barocco al Jazz, passando attraverso composizioni corali di nuova generazione.

Un “Temperamento in Movimento” dunque che avvolgerà l’ascoltatore in un’esperienza unica.

Durante lo spettacolo sarà presente Gary Carperter, compositore inglese con cui è in atto una collaborazione con il Coro Aeolian Vocal Ensemble. Altra presenza di fama internazionale è rappresentata dal controtenore Antonio Giovannini che si esibirà nella prima parte dello spettacolo, ricreando fedelmente il canto e le atmosfere musicali del periodo del barocco, da cui   appunto si ispira l’Ensemble.

Il tutto eseguito con strumenti d’epoca a 415 hertz, che forniranno un temperamento rimarcato anche dalle forti personalità delle tre artiste.

Gli artisti del Free Ageche che si esibiranno la stessa sera sono Giuseppe Urso alla batteria, accanto la voce di Flora Faja, Roberta Sava, Marco Zammuto al contrabasso e Valerio Rizzo al pianoforte.

E’ possibile acquistare i biglietti online tramite il circuito www.bluetickets.it, o i  due punti di prevendita della Fondazione the Brass Group, uno presso il Real Teatro Santa Cecilia ed un altro presso Santa Maria dello Spasimo; ulteriori informazioni sul sito della Fondazione.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.