Musumeci a Roma: "Condannati a governare l'Italia" | VIDEO :ilSicilia.it

IL GOVERNATORE DURO CONTRO L'EUROPA

Musumeci a Roma: “Condannati a governare l’Italia” | VIDEO

19 Ottobre 2019

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Musumeci a Roma

Intervenuto sul palco di Piazza del Popolo a Roma, il governatore della Regione Siciliana Nello Musumeci ha fatto sentire la propria voce, richiamando il centrodestra all’unità: “Siamo condannati a governare l’Italia, il centrodestra governerà l’Italia. La nostra coalizione vince solo se e’ unita’, vinciamo perché l’unità e’ un valore per chi ci crede, per chi non ci crede e’ un male necessario.

Non possiamo dividerci e lasciare l’Italia in mano alla sinistra. La Sicilia c’e’, c’e’ un popolo che spera, che vive nell’ansia del domani, un popolo stanco di subire le ingiustizie. questa piazza e’ la sintesi dell’Italia che lavora“.

Da presidente della Regione Siciliana, voglio dire grazie alla piccola comunità di Lampedusa lasciata sola dall’Europa cinica e ipocrita, sola nell’accogliere i vivi e i morti – sottolinea Musumeci -. Siamo tornati un campo profughi di disperati, l’Europa fa fonda di ignorare questo dramma di fronte al quale il centrodestra ha chiesto solidarieta’ concreta“.

LEGGI ANCHE

Musumeci in piazza a Roma con il centrodestra: “Governo Conte a casa” | VIDEO

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.