25 Marzo 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.33

Le parole del governatore

Musumeci alla coalizione dopo la Finanziaria: “Ritrovare lo spirito di squadra”

16 Febbraio 2019

Nello Musumeci rompe il silenzio dopo l’approvazione della Finanziaria e parla della Manovra passata all’Ars: “Quella appena votata è l’unica possibile dopo la batosta della Corte dei Conti“. Queste le parole in un’intervista al Giornale di Sicilia.

Il bilancio che avevo preparato – precisa – è quello che avevo consegnato all’Ars il 20 dicembre, prima della decisione della magistratura. Da allora in poi quello che si è fatto lo si è fatto in condizioni di necessità e quindi non rispecchia del tutto la nostra volontà in termini di programmazione“.

Per Musumeci “Roma non può condannarci per una responsabilità che è dei governi precedenti. Mi aspetto che il via libera arrivi in tempi brevi“. Nel frattempo “abbiamo il dovere di pensare a soluzioni alternative. Ci lavoreremo a partire da domani“. E aggiunge: “La Sicilia per fortuna non gioca la sua partita su questo bilancio, attende l’investimento di 4 miliardi di fondi extra regionali a nostra disposizione“.

Musumeci interviene anche sulle voci di dimissioni che si erano diffuse dopo la bocciatura di alcune norme della Finanziaria: “Chi mi conosce bene sa che per me le dimissioni sono come le querele: non si annunciano ma si presentano. E io non ho alcuna intenzione di dimettermi”. Secondo il governatore “la coalizione deve ritrovare lo spirito di squadra“. Precisa, però, che “il rimpasto in questo momento non è all’ordine del giorno. Lo vorrò fare ma lo saprete il giorno dopo che lo avrò fatto“.

Tag:
Wanted
di Ludovico Gippetto

Wanted perde un uomo fondamentale

Il 10 marzo del 241 a.C. la battaglia delle Egadi metteva fine alla prima guerra punica cambiando la storia del Mediterraneo con la vittoria dei Romani sui Cartaginesi.