Musumeci annuncia la ricostituzione dell'Ufficio stampa, bando al vaglio dell'Aran :ilSicilia.it

Prevista la riserva per gli ex

Musumeci annuncia la ricostituzione dell’Ufficio stampa, bando al vaglio dell’Aran

di
7 Dicembre 2018

Verrà pubblicato a breve il bando per la selezione dei giornalisti che andranno a ricostituire l’Ufficio stampa della Presidenza della Regione Siciliana. Lo ha annunciato il governatore Nello Musumeci nel corso della conferenza stampa di oggi con la quale ha fatto il punto sul primo anno di attività del suo governo.

La struttura era stata di fatto abolita dall’ex governatore Rosario Crocetta, che ne aveva fatto un suo cavallo di battaglia contro il clientelismo e lo spreco di denaro pubblico. Quell’ufficio stampa era costituito da 21 giornalisti, quasi tutti assunti per chiamata diretta durante l’era Cuffaro, quindi senza concorso pubblico, e con la qualifica di capo redattore, pur non avendo una redazione da dirigere. Di questi un gruppo lavorava al servizio del presidente, altri erano distaccati presso gli assessorati regionali, uno nella sede di rappresentanza di Roma e uno in quella di Bruxelles.

Allora il licenziamento suscitò molte polemiche e duri scontri tra l’allora governatore, da un lato, l’Ordine dei giornalisti e l’Assostampa Sicilia, il sindacato dei giornalisti siciliani, dall’altro.

Oggi il clima è decisamente cambiato. Già in campagna elettorale Musumeci aveva manifestato la sua volontà di voler dotare la Presidenza di un ufficio di professionisti dell’informazione che si occupasse della comunicazione istituzionale dell’ente. Subito dopo il suo insediamento aveva dichiarato di stare lavorando a tal proposito. Nelle more si è avvalso di un portavoce, figura di nomina politica prevista dalla legge.

Adesso il bando è pronto e al vaglio dell’Aran, l’Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni. Il testo prevede una riserva di posti per i giornalisti che avevano ricoperto questo ruolo a Palazzo d’Orleans.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Merchandising: Fenomeno planetario, dove acquistare

Il mio primo acquisto di un articolo legato ad una serie tv o ad una saga cinematografica è avvenuto due decenni fa quando, trovandomi a Bologna a passare il capodanno da amici, andai a visitare un negozio del quale avevo sentito parlare tra gli appassionati di fantascienza.

Wanted

di Ludovico Gippetto

Nudité: una mostra fotografica che custodisce memorie altre

Si inaugura a Ragusa la mostra fotografica "Nudité - Il Giardino di Afrodite" a cura di Giuseppe Nuccio Iacono. La collettiva nasce dal lavoro del 1° Seminario della fotografia di Nudo nell’ottobre del 2019, in collaborazione con il Festival europeo del Nudo di Arles (Francia).

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.
Banner Telegram

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Aldo Rizzo: una risorsa sprecata

Nei giorni scorsi abbiamo appreso la triste notizia della scomparsa di Aldo Rizzo conosciuto e apprezzato prima come magistrato e poi come politico e amministratore pubblico.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin