Musumeci: “Il voto segreto all'Ars è una vergogna, lo aboliremo” :ilSicilia.it
Messina

Manifestazione di Diventerà Bellissima a Messina

Musumeci: “Il voto segreto all’Ars è una vergogna, lo aboliremo”

di
15 Dicembre 2019

“Il voto segreto all’Ars è una vergogna che noi dobbiamo cancellare”. Lo ha detto ieri Nello Musumeci intervenendo al teatro Vittorio Emanuele di Messina alla manifestazione durante la quale è stato tracciato un bilancio dei primi due anni di attività del gruppo di DiventeràBellissima al Parlamento Siciliano.

Il voto segreto “è una pratica di tipo feudale, un mercato del voto parlamentare. Siamo l’unica regione d’Italia ad averlo ancora nei casi che non riguardano voti su persone o etici e di coscienza. È inconcepibile farne ricorso anche sulle leggi di riforma e per questo noi siamo pronti a cancellare questa vergogna che da oltre 70 anni contraddistingue la storia dell’Ars”.

platea a Messina, DiventeràBellissimaMusumeci ha aggiunto: “Sembra impossibile risolvere in cinque anni tutti i problemi della Sicilia, eppure abbiamo il dovere e la necessità di farlo. Sono orgoglioso dei nostri deputati all’Ars, capaci e perbene. La strada è in salita e con il vento contrario, ma andremo avanti imperterriti e determinati, non ci fermeranno. Abbiamo già garantito la copertura finanziaria che ha consentito la stabilizzazione di oltre seimila precari dei Comuni siciliani, investito centinaia di milioni di euro sulla Sanità, contro il dissesto idrogeologico e per la manutenzione delle strade di quelle Province che Crocetta abolì con conseguenze disastrose”.

La manifestazione, che si è svolta davanti a una platea stracolma, è stata introdotta da Pino Galluzzo, deputato regionale messinese di DiventeràBellissima, e ha visto gli interventi dei parlamentari all’Ars Alessandro Aricò, Giuseppe Galluzzo, Giuseppe Zitelli e Giorgio Assenza e dell’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza.

Il voto segreto all’Ars rischia di favorire il malaffare, soprattutto quando viene utilizzato in materie delicate come le opposizioni hanno fatto affossando la riforma dei rifiuti. La battaglia di DiventeràBellissima per abolirlo nei casi riguardanti riforme e leggi di spesa non si arresterà, andremo avanti fino in fondo”.

Alessandro Aricò
Alessandro Aricò

Lo ha detto Alessandro Aricò, rivelando: “Nella scorsa seduta della Commissione regolamento dell’Ars, convocata proprio per mettere ai voti l’abolizione del voto segreto, erano presenti soltanto due dei dieci componenti, ed una era la nostra collega Giusy Savarino. Ma noi non ci arrendiamo, e abbiamo chiesto l’urgente convocazione di un’altra seduta sullo stesso tema”.

Aricò ha definito “vergognosi” gli attacchi delle opposizioni al governo Musumeci in seguito alla Parifica della Corte dei Conti: “Con l’attuale governo regionale c’è stata un’inversione di tendenza e il debito della Regione diminuisce, quindi è un falso storico attribuire a noi la responsabilità di un disavanzo causato da 30 anni di cattive amministrazioni”.

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

“Teoremi, Postulati e Dogmi”

Oggi il capo non vuole più esser messo in discussione. Una mente matematica come la mia nella sua vita si è nutrita di teoremi i quali partendo da condizioni iniziali arbitrariamente stabilite, giungono a conclusioni, dandone una dimostrazione.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.