Musumeci in visita ufficiale a Milazzo e Spadafora: "Fare rete per rilanciare il turismo" CLICCA PER IL VIDEO :ilSicilia.it
Messina

IL FATTO

Musumeci in visita ufficiale a Milazzo e Spadafora: “Fare rete per rilanciare il turismo” CLICCA PER IL VIDEO

di
3 Dicembre 2021

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Milazzo è già di per sé una città vocata al turismo, anche se non vive soltanto di questo. Credo che ci siano tutte le potenzialità per un turismo non soltanto balneare, ma anche paesaggistico, culturale e legato a un’enogastronomia che non ha bisogno di essere inventata. Si tratta di “fare rete” e di mettere insieme tutti gli attori , dagli albergatori ai tour operator, dagli amministratori locali alla Chiesa, per il patrimonio ecclesiastico. Dovremmo trovare la forza e la ragione per stare assieme, ma non si tratta di dover inseguire il miracolo, qui la materia prima per fare seriamente turismo c’è già“. Lo ha dichiarato il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, intervenendo a Milazzo nel corso della visita ufficiale al Comune tirrenico del Messinese. Il governatore è stato accolto al Palazzo dell’Aquila dal sindaco Pippo Midili, dai vertici delle forze dell’ordine e del deputato regionale Pino Galuzzo.

Successivamente, nell’Aula consiliare, salutato dal presidente del Consiglio comunale Alessandro Oliva, ha voluto incontrare i consiglieri. Il sindaco, in particolare, ha ringraziato il governo Musumeci per le iniziative finora finanziate e ha posto l’accento su alcune priorità legate al territorio.

Musumeci, subito dopo, ha visitato il Castello. “Va rilanciato e meglio utilizzato – ha sottolineato il presidente – è un tema che col sindaco abbiamo già affrontato. Dobbiamo valorizzare tutto ciò di cui il territorio dispone e individuare, quindi, le iniziative da mettere in campo che, una volta concordate, devono passare alla fase operativa”.

Il presidente della Regione si è poi recato sia all’ex Asilo Calcagno, nel borgo di Vaccarella, che potrebbe diventare un museo dedicato alle tradizioni marinare, e sia nella Chiesa di San Papino, dove di recente è stato scoperto un affresco del Seicento raffigurante la Crocifissione di Gesù sul monte Golgota.

A seguire, Musumeci ha raggiunto il Comune di Spadafora, ricevuto dal sindaco Tania Venuto e nell’Aula consiliare si è intrattenuto con i consiglieri comunali. “Sono qui – ha detto il presidente – per fare sentire la vicinanza concreta del governo regionale, per ascoltare quali sono le esigenze quotidiane di questo territorio, ma anche le potenzialità di cui dispone”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

La GiombOpinione

di Il Giomba

VaffanCovid

A te che vuoi toglierci tutte le speranze ed i progetti sul futuro, a te che pretendi di non darci nessuna tregua, un sincero ed accorato... VaffanCovid!

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Anno nuovo, tante novità in arrivo

Con l'arrivo del 2022, le varie piattaforme streaming hanno annunciato molte novità  che riguardano sia nuove stagioni di serie già andate in onda, sia diverse interessanti nuove serie.

Agenda

di Renzo Botindari

Memento di una Persona Perbene

Mentre tutti oggi onorano la rimembranza di questi personaggi, io amareggiato penso a quelle che saranno state le loro ultime ore di vita, delusi, traditi e chiusi in sé stessi nell’attesa che qualcosa di brutto potesse accadergli.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin