Musumeci presidente Commissione intermediterranea, Ugl: "Che sia l'inizio di una nuova fase per la pesca siciliana" :ilSicilia.it

la dichiarazione del sindacato

Musumeci presidente Commissione intermediterranea, Ugl: “Che sia l’inizio di una nuova fase per la pesca siciliana”

di
27 Ottobre 2020

“Le congratulazioni dell’Ugl al Governatore della Regione Siciliana, Nello Musumeci, per il prestigioso incarico di nuovo presidente della Commissione intermediterranea d’Europa“. E’ quanto dichiara Giuseppe Messina, Segretario Ugl Sicilia.

La notizia dell’elezione, nel pomeriggio di oggi, in seno all’assemblea che riunisce una cinquantina di regioni di dieci diversi Paesi: Cipro, Spagna, Francia, Grecia, Italia, Libano, Malta, Portogallo, Marocco e Tunisia – aggiunge – rappresenta una iniezione di fiducia per tutta la pesca siciliana in sofferenza da troppi decenni per una devastante crisi strutturale aggravata dalla contingente emergenza epidemiologica che, per via delle norme stringenti, ne ha ridotto al lumicino guadagni ed attività lungo la filiera ittica”.

“In una nota l’Ugl – precisa Messina – auspica che la presidenza della Commissione sia l’inizio di una nuova fase della politica nel Mediterraneo più attenta e condivisa e rinnova al Presidente Musumeci la richiesta di autorevole intervento, anche nella veste istituzionale di rappresentante UE, per mediare, come primo atto da presidente della Commissione intermediterranea, la delicata vicenda legata al rilascio dei 18 pescatori, trattenuti in Libia dal primo settembre 2020 unitamente ai MM/PP Medinea e Artemide”.

“L’Ugl, consapevole che la cosiddetta “guerra del pesce” danneggia le marinerie siciliane e l’economia intorno alla filiera ittica siciliana da oltre mezzo secolo, chiede al Presidente Musumeci – afferma il Segretario regionale dell’Ugl – di promuovere l’istituzione di un Tavolo permanente con l’obiettivo di pervenire ad un accordo comune nel Mar Mediterraneo per l’utilizzazione intelligente e condivisa delle Zone Economiche Esclusive adiacenti alle acque territoriali da concordate con i paesi rivieraschi per un sicuro accesso alle acque ai fini della pesca professionale nel rispetto dell’ambiente e delle regole di conservazione e riproduzione delle risorse ittiche”.

L’Ugl – conclude Messina – sollecita un incontro al Governatore siciliano per individuare strumenti economici e sociali di sostegno ai pescatori ed alle imprese di pesca anche in forma cooperativa e autonoma a partire dallo sblocco dei 30 milioni del Fondo di solidarietà della pesca di cui all’art.39 della legge regionale n.9/2019 per superare il terribile momento di crisi pandemica, ma anche per avviare un confronto finalizzato a condividere iniziative volte alla stabilizzazione del Canale di Sicilia attraverso un accordo comune per l’accesso alle acque”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Caro ministro Carfagna, dove lo trova tutto questo ottimismo?

Cara ministra Mara Carfagna, purtroppo il suo ottimismo non è condivisibile! Lei saprà, spero, le dimensioni delle problematiche siciliane! Lei sa che in Sicilia mancano un milione di posti di lavoro per arrivare al rapporto popolazione occupati dell’Emilia Romagna! E che quindi continueremo a perdere ogni anno 25.000 persone che non troveranno lavoro e che dovranno emigrare?

Wanted

di Ludovico Gambino

Giorgio Armani veste il David di Michelangelo per Dubai

La scultura, quella vera, è uno degli emblemi del nostro Rinascimento nonché simbolo dell'Italia nel mondo, originariamente collocata in Piazza della Signoria, per rappresentare la Repubblica fiorentina vigile e vittoriosa contro i nemici. L'opera, alta oltre cinque metri per cinque tonnellate di marmo di Carrara, ritrae l'eroe biblico nel momento in cui si appresta ad affrontare Golia, come ci racconta l’Antico Testamento.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Sicilia e la Resistenza

La Sicilia non ebbe modo di partecipare alla fase finale che determinò la caduta del Fascismo. Essa rimarrà estranea agli avvenimenti del 25 luglio e dell’8 settembre segnati dalle dimissioni di Mussolini, dalla fine dell’alleanza con la Germania di Hitler dopo l’armistizio firmato dal maresciallo Pietro Badoglio
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin
Banner Skin Deco