Musumeci replica a Toninelli: "Anas e Rfi la smettano con mentalità coloniale" :ilSicilia.it

LA STRIGLIATA DEL GOVERNATORE

Musumeci replica a Toninelli: “Anas e Rfi la smettano con mentalità coloniale”

di
4 Aprile 2019

Il governatore della Sicilia Nello Musumeci non ci sta e da Catania replica alle accuse del ministro Danilo Toninelli sulle affermazioni di inoperosità che il titolare del dicastero ha lanciato verso la Regione in merito alla necessità di provvedere al miglioramento della viabilità in Sicilia.

Ricordo al ministro Toninelli che parla di tempi di percorrenza in treno di un’ora e 45 minuti da Catania a Palermo entro il 2025 che è una follia e un’offesa al buonsenso dei siciliani – ha affermato il governatore – In altre parti del Paese i tempi dei cantieri sono inferiori, in Sicilia no. La verità è che al Centro-Nord un cantiere di Anas o Rfi può durare due anni, nel Mezzogiorno e in Sicilia cinque o sei anni“.

Ecco, questa favola di riproporre lo specchio delle allodole deve finire, la smettano pure. Questa mentalità coloniale dobbiamo neutralizzarla con meno sopralluoghi e più controlli – ha detto Musumeci – La stessa cosa disse un ex assessore regionale ai Trasporti nel 2001“.

 

Leggi l’articolo con l’attacco di Toninelli a Musumeci:

Attacco di Toninelli a Musumeci: “I fondi per le strade ci sono, la Regione è ferma”

© Riproduzione Riservata
Tag:
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.