Musumeci rilancia il Ponte sullo Stretto: "Infrastruttura essenziale" :ilSicilia.it

La dichiarazione del governatore

Musumeci rilancia il Ponte: “Infrastruttura essenziale”

di
16 Gennaio 2019

L’auspicio è che il Ponte sullo Stretto diventi una realtà. Non è un capriccio ma una esigenza infrastrutturale essenziale per completare la rete che dal cuore dell’Europa deve arrivare fino a Palermo“. Nello Musumeci, durante la presentazione a Palazzo dei Normanni dell’accordo tra Caronte & Tourist e il fondo internazionale Basalt, rilancia la realizzazione del Ponte sullo Stretto di Messina.

Il governatore afferma a più riprese la necessità della realizzazione dell’opera: “Sul Ponte sullo Stretto di Messina la mia opinione è la stessa di sempre – ha detto Musumeci – da quando facevo l’eurodeputato“.

Poi una frecciata all’esecutivo gialloverde: “Speriamo che il governo nazionale possa quanto meno assumere una decisione definitiva, chiara e netta invece di balbettare su questo tema – ha affermato Musumeci – e al tempo stesso stiamo lavorando per rendere più competitiva la rete infrastrutturale dell’isola. Noi per la viabilità secondaria, ma lo Stato deve pensare alle grandi infrastrutture e soprattutto ai porti che devono diventare competitivi – ha concluso – in un Mediterraneo che torna a esser luogo di transito dei traffici marittimi“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin