Musumeci sulle infrastrutture in Sicilia: "Siamo preoccupati. Quanto riscontrato è fuori da ogni immaginazione" | Video :ilSicilia.it

Lo ha detto il presidente della Regione

Musumeci sulle infrastrutture in Sicilia: “Siamo preoccupati. Quanto riscontrato è fuori da ogni immaginazione” | Video

di
24 Agosto 2018

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

“Il patrimonio stradario e ferroviario, che abbiamo trovato, è messo abbastanza male. Quello che abbiamo riscontrato a novembre è fuori da ogni immaginazione. Se poi questo patrimonio messo male, diventa persino un pericolo per la sicurezza di ciascuno di noi, vi renderete conto come non si possa non essere preoccupati”.

Così il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, a margine della riunione sulla verifica delle condizioni di sicurezza della viabilità primaria e secondaria in Sicilia da egli stesso convocata per oggi, venerdì 24 agosto. “Abbiamo il dovere di sapere subito – sottolinea Musumeci – su quali opere intervenire e poi procedere a un sorta di monitoraggio periodico. Individuate le opere, individueremo le risorse necessarie e i tempi. Nella riunione di oggi chiederemo questo all’Anas, al Consorzio Autostrade siciliane, alla Rete Ferroviaria Italiana e ai nove liberi consorzi”.

Il presidente della Regione, poi sottolinea: “L’obiettivo di questa riunione è di avere una diagnosi seria e credibile sullo stato di salute delle infrastrutture viarie e ferroviarie in Sicilia. Sia chiaro, la tragedia di Genova ha solo accelerato questo percorso. Già nel mese di febbraio, avevo anticipato che con la Protezione Civile e l’assessorato alle infrastrutture, stavamo predisponendo una mappa delle strade siciliane particolarmente vulnerabile alle sollecitazioni sismiche. Lavoro per il quale servivano e servono almeno un paio di anni, mi dicono i tecnici. Adesso il tema è legato alle condizioni generali delle strade e ferrovie siciliane”.

Al tavolo tecnico, con Musumeci sono presenti l’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone; i sindaci metropolitani di Palermo e Messina, Leoluca Orlando e Cateno De Luca; l’ingegnere Giuseppe Galizia, in rappresentanza dell’amministrazione metropolitana di Catania; i rappresentanti dei liberi consorzi dell’Isola. Presenti anche i vertici di Anas, Cas e Rfi.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro