Nasce in Sicilia la federazione tra la Lega per Salvini premier e il Movimento per la Nuova Autonomia :ilSicilia.it

l'accordo

Nasce in Sicilia la federazione tra la Lega per Salvini premier e il Movimento per la Nuova Autonomia

di
20 Dicembre 2020

Un Patto Federativo, leale e collaborativo, basato su precisi progetti, idee chiare e programmi possibili, per la crescita della Sicilia, con l’obiettivo di condurla alla pari del resto del Paese.

E’ stato siglato a Roma da Matteo Salvini, segretario federale della Lega per Salvini premier, e Roberto Di Mauro, Movimento per la Nuova Autonomia e vicepresidente dell’ARS.

L’obiettivo comune è lo sviluppo economico della Sicilia che richiede un salto di qualità dell’azione politica attraverso azioni basate su pochi ma concreti punti cardine:

-Sviluppo infrastrutturale partendo da priorità ineludibili: il Ponte sullo Stretto, l’Alta velocità ferroviaria sull’asse Catania-Messina-Palermo, il completamento dell’anello autostradale e i collegamenti viari interni, da costruire anche attraverso i project financing
-Fiscalità di vantaggio decennale per le imprese che vogliono investire in Sicilia, diventando così un polo di attrazione per esse e per sviluppare economia e lavoro
-Lotta senza quartiere alla criminalità organizzata, attraverso iniziative di legge ma anche con la selezione dei quadri dirigenti e sino alla sua completa cancellazione dalla Sicilia
-Sviluppo dell’agroalimentare siciliano, con la tutela della sua produzione dal dumping, la valorizzazione in sicurezza della filiera, la salvaguardia dell’ambiente e del paesaggio
-Turismo come priorità d’azione e una continua e costante promozione dell’Isola ad ogni livello e con azioni mirate verso i ‘luoghi’ dove la domanda è più importante e utile al comparto siciliano
-Decentramento sostanziale e reale dalla Regione, di poteri e risorse verso gli enti locali, front office del territorio, delle sue esigenze e della popolazione
-Semplificazione della burocrazia, sfrondandone subito gli orpelli e velocizzandone l’azione a beneficio dei Siciliani
-Digitalizzazione e sviluppo tecnologico
-Stop immediato all’assistenzialismo, piaga e vulnus per la Sicilia del domani e della nuova classe dirigente e, di converso, iniziative comuni di valorizzazione del merito, della competenza e dell’etica responsabile, puntando su una generazione di Siciliani che non vedano oltre lo Stretto il proprio futuro ma possano essere protagonisti della Sicilia del domani a ‘casa propria’.

Sono pochi e precisi principi, su cui la Lega per Salvini premier e il Movimento per la Nuova Autonomia, lavoreranno da subito, in sinergia e condivisione ad ogni livello istituzionale e territoriale, cooperando nelle scelte e nelle decisioni, condividendone i passaggi, pensando e pianificando insieme la Sicilia di domani.

L’ASSESSORE ALBERTO SAMONÀ

“Il patto federativo con gli autonomisti è segno di una Lega sempre più attenta alla Sicilia, alla sua identità e ai temi dell’autonomia regionale. Quella sottoscritta nelle scorse ore è un’alleanza naturale, che da oggi porrà la Lega in Sicilia sempre più a stretto contatto con i territori dell’Isola”. Lo sottolinea l’assessore regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana Alberto Samonà (Lega).

Il tema dell’identità siciliana, un’identità plurale declinata nei suoi molteplici aspetti  culturali – aggiunge l’assessore – è una delle direttrici su cui si è orientata fin da subito la mia azione da assessore regionale, con numerose iniziative che sono state poste in essere sulla tradizione, sulle eredità immateriali e sulla storia plurimillenaria della nostra Sicilia: un’azione, volta a restituire alla nostra terra quella dimensione di centralità nel contesto mediterraneo, che sarà la grande scommessa dei prossimi anni. L’accordo sottoscritto fra il segretario federale della Lega Matteo Salvini e il Mna è un ulteriore tassello di straordinaria importanza per affermare questa visione di ampio respiro, che ponga al centro la Sicilia e la sua crescita”.

IL COMMENTO DI GELARDA

Movimento Nuova Autonomia si federa alla Lega. Gelarda: La Sicilia sempre di più al centro della Politica della Lega

“La Federazione del MNA con la Lega è un momento di estrema importanza nel percorso politico della Lega siciliana- dichiara Igor Gelarda Capogruppo della Lega a Palazzo delle Aquile e responsabile regionale dei Dipartimenti. Abbiamo sempre dichiarato di avere una sola cosa al centro della nostra politica, ossia la Sicilia ed i Siciliani e lo abbiamo dimostrato con l’attività svolta fino ad oggi. Con questa ulteriore svolta sicilianista della Lega- fortemente voluta da Matteo Salvini, Stefano Candiani e Nino Minardo – stiamo dimostrando anche, agli increduli, che una Lega che parla siciliano può esistere, anzi esiste già. Che possa lottare per i grandi temi incompiuti della politica locale, che tanto beneficio porterebbero a questa isola. Una federazione che ci permetterà, insieme ai nuovi alleati di MNA, di battere i pugni ancora più forte a Roma per i grandi temi incompiuti della politica siciliana : il potenziamento vero delle infrastrutture, l’autonomismo regionale e l’attuazione dello Statuto, il federalismo fiscale, la nascita di un marchio turistico Sicilia da esportare in tutto il mondo, la difesa del made in Sicily e una politica agricola efficace. Siamo proti e ancora più motivati per dare una svolta alla storia di questa Terra”conclude Gelarda.

ALESSANDRO ANELLO E MATTEO FRANCILLA

“L’accordo federativo tra la Lega e gli autonomisti siciliani è una buona notizia per i siciliani e soprattutto per i comuni. Al centro del documento che sancisce l’accordo c’è un decentramento sostanziale e reale dalla Regione, di poteri e risorse verso gli enti locali, che sono il front office del territorio, delle sue esigenze e della popolazione” lo affermano i responsabili enti locali della Lega in Sicilia Maricò Hopps, Alessandro Anello e Matteo Francilia.

“Il patto federativo siglato con il Movimento per la Nuova Autonomia è un ulteriore importante tassello del percorso di strutturazione della Lega in Sicilia, che si candida a diventare il partito di riferimento per le forze di centrodestra nell’Isola”, aggiunge Anello.

“Vogliamo rivolgerci – continua Anello – a tutte quelle donne e a quegli uomini moderati che ancora oggi rappresentano la maggioranza dell’elettorato di centrodestra. La Lega è un partito serio che a Palermo come in tutta la Sicilia ha bisogno di amministratori altrettanto seri, affidabili. Credibili. Una Lega forte delle proprie idee – conclude Anello – per esprimere nell’Isola un modello politico di sviluppo solido e duraturo nel tempo”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Se non mi mancate per nulla ci sarà un motivo?

Siamo partiti dal “fratelli d’Italia” cantato in coro alle ore 18.00 dai nostri balconi, per giungere oggi al vaffa al vicino di casa non appena si affaccia nel balcone accanto al vostro
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin