19 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 10.58
Palermo

inaugurazione venerdì 21 giugno

Natura e sostenibilità: a Villa Riso tutto pronto per il progetto “Zeste Hub”

19 Giugno 2019

Prende spunto dal simbolo della Coca d’Oro, gli agrumi, il progetto “Zeste Hub” che verrà inaugurato, venerdì 21 giugno alle ore 18, nel parco di Villa Riso a Palermo, alle propaggini settentrionali della Piana dei Colli.

Zeste Hub è frutto delle collaborazioni tra la Cooperativa Terre Normanne, la società Orsa Consulting, l’impresa culturale e creativa Kòrai – Territorio, Sviluppo e Cultura, la Federazione delle Strade Vino e Sapori di Sicilia, la Digital Magics-Factory Accademia, Assoreti PMI, e i Parchi Letterari di Sicilia: realtà impegnate nell’educazione allo sviluppo sostenibile, nella valorizzazione del territorio e delle sue eccellenze, nella produzione culturale e nell’open innovation.

Natura e salubrità: sono questi i motori alla base del progetto che, si legge in una nota, “sarà un luogo di valorizzazione del territorio, di promozione di buoni stili di vita e di sensibilizzazione sui temi della sostenibilità ambientale, economica e sociale. Un luogo di benessere e di condivisione di esperienze. Uno spazio dove recuperare la dimensione della socialità. Una vetrina sulle risorse del territorio su scala regionale. Un riflettore puntato sulle buone pratiche implementate a livello nazionale ed internazionale“.

Nel parco si troveranno Spazi conferenze, Spazi per la formazione e l’informazione, un CulTourism point con servizi culturali e turistici alla scoperta del territorio siciliano e delle sue tipicità. L’area innovazione, invece, avrà i suoi fiori all’occhiello nel Living Lab, laboratorio di progetti su sostenibilità, territorio, innovazione e leisure, nell’ area Coworking e nello Spazio Start up e reti di impresa.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I lupi si travestono da nonne innocue

Il termine pedofilia (dal greco pais, fanciullo, e philìa, amore) dovrebbe significare una predisposizione naturale dell'adulto verso il fanciullo. Attenzioni che, in apparenza, sembrano dettate da amore e dedizione, possono, in realtà, mascherare un'inquietante e distruttiva perversione.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

La città dei gabbiani

Sono preoccupato, ma non perché non vedo nulla, ma perché attorno a me c’è gente invasata che vede il castello “vede la luce”. Questa è l’epoca del grande inganno. E intanto sentiremo i versi degli innumerevoli gabbiani che ci fanno sognare di esser cittadini nordici di una meravigliosa isola.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.