18 gennaio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.30
caronte manchette
caronte manchette
Messina

A denunciarlo il presidente del Gal

Nebrodi bloccati dalla neve, Calanna: “Comuni isolati, la Regione richiami l’Anas” | Video intervista

9 gennaio 2019

GUARDA L’INTERVISTA IN ALTO

“Gravi problemi di sicurezza lungo le strade che attraversano i Nebrodi”. A denunciarlo il presidente del Gal Nebrodi Francesco Calanna, che ha sollecitato l’intervento dell’assessore regionale ai Trasporti Marco Falcone, e dell’Anas.

A causa del maltempo e delle abbondanti nevicate dei giorni scorsi molti Comuni del Messinese sono rimasti isolati con gravi danni, non solo a livello economico e turistico, ma soprattutto per la sicurezza.

Francesco Calanna“L’assessore Falcone ha convocato i vertici dell’Anas perché è veramente inammissibile che nel 2019 ci siano delle arterie stradali completamente bloccate perché l’Anas non ha i mezzi adeguati per togliere la neve dalle strade“, attacca Calanna.

Il Parco dei Nebrodi, luogo di richiamo turistico, è praticamente inarrivabile.

“Qualche giorno fa la strada San Fratello – Cesaro era impraticabile per la neve e c’erano centinaia di macchine che scivolavano o erano bloccate per ore. Solo dopo parecchio tempo l’Anas, con un mezzo tra l’altro non adeguato, è intervenuta ed è riuscita a togliere solo per alcuni tratti la neve e a far passare le auto. In questi giorni sui Nebrodi la neve sta aumentando e ancora l’Anas non sta provvedendo in modo adeguato. Non vogliamo neanche immaginare cosa potrebbe succedere se rimanessero bloccati dei mezzi di soccorso o un’ambulanza. Non siamo cittadini di serie B, da questa e altre strade dei Nebrodi passano migliaia di persone al giorno che non possono restare prigioniere della neve, la Regione intervenga sull’Anas per risolvere al più presto questa incresciosa situazione”.

“Manca dunque una programmazione di base per affrontare le emergenze”, ha concluso.

IL VIDEO SU FACEBOOK:

 

Tag:
Wanted
di Ludovico Gippetto

Mafia, ladruncoli, o collezionisti seriali?

Quando si sente parlare di opere trafugate, molto spesso si pensa ad un gesto occasionale, magari a cura di balordi o inconsapevoli ladruncoli, che con poca esperienza arraffano alla meglio quello che capita sotto mano.
Andiamo a quel Paese
di Valerio Bordonaro Marco Scaglione

Diario di Singapore – Seconda Parte

Opportunità di business per le aziende siciliane, sia nella grande distribuzione, sia in hotel, ristoranti e catering. A Singapore i prodotti che potrebbero avere mercato sono: i preparati per gelato, i dolci da forno, i formaggi, le birre semi-artigianali, le conserve di verdura e le conserve ittiche.