Neonato abbandonato a Ragusa, scarcerato presunto padre :ilSicilia.it

il fatto

Neonato abbandonato a Ragusa, scarcerato presunto padre

di
19 Gennaio 2021

Su richiesta del Pubblico Ministero Francesco Riccio, il Gip presso il Tribunale di Ragusa Eleonora Schininà ha disposto la scarcerazione del macellaio 59enne, presunto padre del neonato abbandonato in un mastello a Ragusa lo scorso 4 novembre. L’uomo era stato arrestato il 3 dicembre scorso con l’accusa di abbandono di minore.

Per la pubblica accusa, sono cessate le esigenze cautelari e l’uomo è tornato in libertà. Il piccolo era stato soccorso dalle forze dell’ordine chiamate proprio dal macellaio, che aveva inscenato il ritrovamento. L’uomo ha sempre sostenuto, anche attraverso il suo avvocato, Michele Sbezzi, di non avere abbandonato il piccolo ma di essersi preoccupato di farlo ritrovare. Il tempestivo intervento delle forze dell’ordine e le immediate cure del personale sanitario, avevano permesso di salvare la vita al neonato.

Le indagini degli inquirenti, intanto, proseguono anche per accertare, dopo i risultati del Dna, se la donna di Modica, anche lei indagata, sia davvero la madre del bambino affidato ad una famiglia siciliana.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

Vaccini, basta chiacchiere!

La consueta girandola dei colori delle regioni italiane colpisce ancora. Sembra di guardare dentro un caleidoscopio nel quale le forme ed i colori cambiano ad ogni movimento dell’oggetto

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin