"Nessuna diffamazione": tribunale condanna ex senatore Papania a risarcire ilSicilia.it :ilSicilia.it
Trapani

VITTORIA DEL NOSTRO GIORNALE

“Nessuna diffamazione”: tribunale condanna ex senatore Papania a risarcire ilSicilia.it

di
1 Ottobre 2020

Il tribunale di Trapani ha condannato l’ex senatore Nino Papania di Alcamo a risarcire le spese legali al nostro giornale e all’ex direttore Marco Bova ammontanti a circa ventimila euro a seguito di una richiesta di risarcimento danni per una presunta diffamazione a mezzo stampa.

Avvocato Giovanni Bruno
Avv. Giovanni Bruno

L’ex senatore aveva citato in giudizio il direttore del tempo Marco Bova e la nostra testata – difesa dall’avvocato Giovanni Bruno di Palermo (NELLA FOTO) – ritenendosi diffamato da un articolo pubblicato riguardante la condanna ai lavori di pubblica utilità dell’ex presidente Anci Giacomo Scala in cui era citato. Già il procedimento penale era stato archiviato precedentemente dal gip di Trapani.

Il tribunale ha ritenuto che ”la notizia è riportata con chiarezza e toni del tutto moderati, di cui non può che apprezzarsi la pacatezza di talchè è del tutto esclusa qualsiasi valenza diffamatoria”.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

La parola ‘dieta’

Dieta è un termine di origine greca che vuol dire appunto “stile di vita” intesa come abitudini alimentari corrette supportate da un’adeguata attività fisica
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.