22 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 20.11
Trapani

forse un movente passionale

Nicoletta ammazzata per gelosia: “Mi ha dato della zoccola”

20 Marzo 2019

Sei una zoccola“, sarebbe questa la frase che si è sentita rivolgere e che avrebbe fatto scattare la follia omicida di Margareta Buffa che insieme al fidanzato Carmelo Bonetta è indagata per omicidio e soppressione del cadavere di Nicoletta Indelicato, la venticinquenne trovata morta in contrada Sant’Onofrio, nelle campagne marsalesi. Il corpo era completamente carbonizzato dalle fiamme.

La coppia è stata arrestata oggi 20 marzo. La vittima era scomparsa domenica scorsa a Marsala. Dagli scambi avvenuti sui social, pare non corresse buon sangue tra Nicoletta e Margareta, entrambe di origine romena e adottate da famiglie siciliane.

Gli investigatori sono riusciti a ricostruire un tassello che può dare qualche spiegazione in più a quello che, al momento, sembra un omicidio senza un perchè.

Ci sarebbe la testimonianza Riccardo Rallo, dipendente del Bar Bernini di Marsala, a irrobustire gli indizi contro Buffa e Bonetta. I due sarebbero stati visti in compagnia della vittima il giorno della scomparsa.

Rallo è stato l’ultimo a vedere ancora viva Nicoletta Indelicato. Secondo il suo racconto, la vittima era con Margareta Buffa, entrambe
sarebbero arrivate verso mezzanotte e dopo una consumazione sarebbero andate via. “Nicoletta era una brava ragazza – dice –  tranquilla ed educata. Conoscevo anche Margareta e Carmelo perché quasi quotidianamente, di pomeriggio, venivano qui al bar”.

Il movente del delitto è ancora un mistero, la pista privilegiata dagli investigatori è quella passionale. Pare che Nicoletta Indelicato avesse avuto una breve liaison con Bonetta. Ancora tutto da definire, il ruolo di quest’ultimo nell’omicidio e nell’occultamento del cadavere della vittima.

 

 

LEGGI ANCHE:

Scomparsa nel Trapanese, ritrovato il cadavere: due fermati per omicidio

 

 

 

 

 

 

 

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

Le regole sono fatte per essere eseguite ma anche trasgredite

I piccoli devono, prima di tutto, acquisire la fiducia e la capacità di affidarsi, senza condizioni, ai genitori, anche se rimane un loro sacro e santo diritto essere resi consapevoli dei perché sì e no. I bambini non si trattano da idioti o con eccessive espressioni onomatopeiche, a meno che non si scherzi e giochi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.