Nicoletta ammazzata per gelosia: "Mi ha dato della zoccola" | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Trapani

forse un movente passionale

Nicoletta ammazzata per gelosia: “Mi ha dato della zoccola”

20 Marzo 2019

Sei una zoccola“, sarebbe questa la frase che si è sentita rivolgere e che avrebbe fatto scattare la follia omicida di Margareta Buffa che insieme al fidanzato Carmelo Bonetta è indagata per omicidio e soppressione del cadavere di Nicoletta Indelicato, la venticinquenne trovata morta in contrada Sant’Onofrio, nelle campagne marsalesi. Il corpo era completamente carbonizzato dalle fiamme.

La coppia è stata arrestata oggi 20 marzo. La vittima era scomparsa domenica scorsa a Marsala. Dagli scambi avvenuti sui social, pare non corresse buon sangue tra Nicoletta e Margareta, entrambe di origine romena e adottate da famiglie siciliane.

Gli investigatori sono riusciti a ricostruire un tassello che può dare qualche spiegazione in più a quello che, al momento, sembra un omicidio senza un perchè.

Ci sarebbe la testimonianza Riccardo Rallo, dipendente del Bar Bernini di Marsala, a irrobustire gli indizi contro Buffa e Bonetta. I due sarebbero stati visti in compagnia della vittima il giorno della scomparsa.

Rallo è stato l’ultimo a vedere ancora viva Nicoletta Indelicato. Secondo il suo racconto, la vittima era con Margareta Buffa, entrambe
sarebbero arrivate verso mezzanotte e dopo una consumazione sarebbero andate via. “Nicoletta era una brava ragazza – dice –  tranquilla ed educata. Conoscevo anche Margareta e Carmelo perché quasi quotidianamente, di pomeriggio, venivano qui al bar”.

Il movente del delitto è ancora un mistero, la pista privilegiata dagli investigatori è quella passionale. Pare che Nicoletta Indelicato avesse avuto una breve liaison con Bonetta. Ancora tutto da definire, il ruolo di quest’ultimo nell’omicidio e nell’occultamento del cadavere della vittima.

 

 

LEGGI ANCHE:

Scomparsa nel Trapanese, ritrovato il cadavere: due fermati per omicidio

 

 

 

 

 

 

 

Tag:
Cultura
di Renzo Botindari

Musica e Qualità di Vita

Oggi questa città ha più teatri “aperti”, ma nessuno di questi è dotato di una agibilità definitiva per il pubblico spettacolo, nell’attesa di lavori che comportano serie risorse dedicate e destinate alla loro messa in sicurezza. La musica, gli spettacoli meritano e necessitano di spazi propri sia per apprezzarne in pieno la qualità, sia per garantire quella trascurata dalle nostre parti “qualità di vita”, diritto di tutti.