Niente musica dal vivo, stop tettoie e limiti orari: giro di vite a Palermo per i locali :ilSicilia.it
Palermo

pronta la bozza di regolamento dei dehors

Niente musica dal vivo, stop tettoie e limiti orari: giro di vite a Palermo per i locali

12 Dicembre 2019

Dopo due anni dalla scadenza arriva finalmente questa mattina a Sala delle Lapidi la bozza del regolamento dehors.

Tra i divieti che i commercianti dovranno rispettare qualora fosse approvato:

  • non sarà consentita la diffusione di musica sia dal vivo che riprodotta e mezzi audiovisivi;
  • non saranno ammesse tettoie;
  • l’utilizzo dei dehors dovrà terminare a mezzanotte e all’una dei giorni festivi e prefestivi nonchè i venerdì.

Il regolamento fornisce indicazioni anche sulla gestione degli spazi pubblici, sulla pubblicità, sugli obblighi a carattere sanitario per chi opera nel settore alimentare, sul conferimento dei rifiuti. Per ogni aspetto che non viene rispettato è prevista una sanzione che va dal sequestro alla chiusura temporanea dell’attività.

Secondo i capigruppo il nuovo regolamento potrebbe essere approvato entro la settimana prossima, anche se ancora manca l’accordo sulla gestione dehors nel cuore del centro storico ossia corso Vittorio Emanuele e via Maqueda.

 

Tag:
Libri e Cinematografo
di Redazione

L’Amore al tempo del Covid-19 | VIDEO

Con Roby Cannnata – conduttrice, giornalista e inviata de "La vita in diretta" di Rai 1 (oltre che mia cara amica) – durante una chiacchierata telefonica, abbiamo pensato, in questo giorni di clausura forzata da Covid-19, di scrivere una Rubrica su "L'amore ai tempo del Covid-19".

La pittrice della Via Crucis | LE FOTO

Con questo bell'articolo sulla pittrice Maria Pia De Angelis si inaugura oggi "L'Occhiotriquetro - note e postille", la nuova rubrica di Piero Longo, poeta, critico teatrale, critico e storico dell'arte, nonché presidente de "Gli Amici del Teatro Biondo" e presidente onorario di "Italia Nostra Palermo"
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Covid 19: cosa è bene sapere

Tutti e tre questi virus hanno come serbatoio animale i pipistrelli. Il passaggio delle infezioni virali da animale a uomo sono molto rare ma nel caso dei coronavirus sopra riportati il virus è riuscito a passare nell’essere umano e si è diffuso da persona a persona