No da Roma ai rientri per Natale: Musumeci pensa ai tamponi per accedere in Sicilia :ilSicilia.it

La proposta del governatore

No da Roma ai rientri per Natale: Musumeci pensa ai tamponi per accedere in Sicilia

di
30 Novembre 2020

Roma dice “no” allo spostamento tra regioni e al rientro nelle proprie abitazioni, nel periodo natalizio, a prescindere dal colore. Ma arriva la proposta del governatore Musumeci in vista del nuovo Dpcm del 3 dicembre: quella di un tampone obbligatorio per accedere in Sicilia.

Musumeci e l’assessore alla Salute Razza proveranno ad introdurre uno dei paletti considerati fino ad ora incostituzionali, quello dell’obbligo di un tampone pre-partenza, a fronte di un’apertura, comunque non prevista per chi arriva da altri Stati, dove i controlli sono ancora insufficienti.

Così dichiara Razza:Quando Musumeci propose che si arrivasse in Sicilia solo con la cosiddetta patente immunitaria, un tampone effettuato non più di due giorni prima, in molti dissero che si trattava di una proposta incostituzionale. Ma ora è anche lo Stato che rischia di sconfinare nell’incostituzionalità impedendo gli spostamenti e il ritorno a casa delle persone”.

Sono proposte che il governo siciliano metterà sul tavolo di quello nazionale qualora ci fosse un confronto politico sull’argomento. Ma l’assessore alla Salute non usa mezzi termini sulle festività alle porte: Sarà un Natale in cui bisognerà fare dei sacrifici”, dichiara infatti.

L’ipotesi più probabile è quella che la Regione prenda in considerazione le decisioni di Conte, con il nuovo Dpcm, cioè quella di poter rientrare solo se si deve andare da un parente malato o da genitori anziani. Allo stesso tempo Musumeci pare vogli scoraggiare, ma non vietare gli spostamenti interni alla città e quelli tra le città della Sicilia.

Acquisti, scuola e ristorazione

Sul fronte degli acquisti, parallelamente a quanto prevede il nuovo Dpcm si potrebbe valutare un prolungamento sugli orari e i giorni di apertura dei negozi.

Sul fronte scuola, l’intenzione nazionale a cui i governatori sono per lo più contrari è quella di riaprire la maggior parte delle classi dopo la Befana senza escludere la possibilità di sospendere o ridurre in percentuale la didattica a distanza, per le superiori, già a dicembre. Sui ristoranti potrebbe nascere uno scontro al governo nazionale visto che il coprifuoco delle 22.00 va a cozzare con la chiusura attuale delle 18.00.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Redazione

Dalle 700 bare ai Rotoli alla vita eterna!

Il progetto del cimitero da realizzare a Ciaculli risale al 2007, ben 13 anni or sono. Nel 2012 viene inserito nel piano triennale delle opere pubbliche del comune di Palermo, ma senza un euro di finanziamento
Politica
di Elio Sanfilippo

La politica, la storia e l’entusiasmo di zio Emanuele

Ci sarà tempo per ricordare la figura di Emanuele Macaluso, il suo impegno politico per liberare dal bisogno e dalla sofferenza la gente più povera e indifesa, migliorare le condizioni di vita dei lavoratori, tutelando diritti e dignità

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin