No vax, 305 medici e sanitari senza vaccino ma al lavoro :ilSicilia.it

il fatto

No vax, 305 medici e sanitari senza vaccino ma al lavoro

di
22 Dicembre 2021

Proseguono i servizi di controllo a livello nazionale svolti dai Carabinieri dei NAS al fine di verificare il rispetto dell‘obbligo di vaccinazione contro il Covid-19 da parte dei medici e degli operatori di interesse sanitario. L’attività di controllo, avviata a novembre, ha consentito finora di monitorare 6.600 posizioni e di evidenziare, ad oggi, 308 figure inadempienti. Tra questi sono stati deferiti alle Procure 135 tra medici, odontoiatri, farmacisti, infermieri ed altre figure ritenute responsabili di esercizio abusivo della professione per aver proseguito lo svolgimento delle proprie attività nonostante fossero oggetto di provvedimenti di sospensione emessi da autorità sanitarie e relativi Ordini.

Eseguite chiusure e sequestri di 6 studi dentistici e due farmacie, al cui interno svolgevano l’attività professionisti già sospesi. Nell’esecuzione di tali interventi sono stati sequestrati anche farmaci e dispositivi medici fraudolentemente utilizzati nel corso di attività e pratiche mediche da parte di persone non aventi titolo alla loro detenzione ed impiego.

In particolare il Nas di Torino ha deferita in stato di libertà una dermatologa di un centro medico di Novara, che esercitava sebbene sospesa dall’Ordine, per inottemperanza al previsto obbligo vaccinale. Denunciati anche due odontoiatri che esercitavano sebbene non vaccinati e già sospesi. I loro studi, a Torino, per un volare di 500 mila euro, sono stati sequestrati. Nel medesimo contesto è stata denunciata anche un’assistente alla poltrona anch’essa non vaccinata.

Il Nas di Catania ha scoperto e sanzionato un dirigente medico della Guardia Medica di un paese in provincia di Messina con il green pass scaduto di validità per non essersi sottoposto alla terza dose di vaccino nei termini previsti.

Il Nas di Trento ha sanzionato due medici in servizio presso una clinica di otorinolaringoiatria di Bolzano ma non vaccinati. Segnalato anche il legale rappresentante per aver omesso di verificare l’adempimento dei propri dipendenti. Il Nas di Parma ha deferita in stato di libertà una dottoressa medico di base che esercitava in uno studio a San Giorgio Piacentino con green pass non valido non avendo effettuato la dose booster del vaccino. Il Nas di Catania ha sanzionato anche un dirigente medico di oncologia, in servizio presso il presidio ospedaliero di Caltagirone, perché esercitava sebbene non essendo in regola con la vaccinazione.

Il Nas di Treviso ha sorpreso, al termine di un turno di lavoro notturno, un’infermiera in servizio presso una Rsa di San Donà di Piave (Venezia), sebbene già sospesa dall’Ordine delle professioni infermieristiche della provincia di Trento per non essersi sottoposta all’obbligo vaccinale. La donna è stata deferita in stato di libertà. Il Nas di Caserta ha sanzionate due farmaciste, rispettivamente titolare e dipendente di una farmacia della città, entrambe non adempienti all’obbligo della vaccinazione e non ancora sospese dall’Ordine professionale di appartenenza.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.