"Non ci sono spiagge adeguate": salta la tappa siciliana del tour di Jovanotti :ilSicilia.it

bocciata anche san vito lo capo

“Non ci sono spiagge adeguate”: salta la tappa siciliana del tour di Jovanotti

di
12 Dicembre 2018

Non siam degni di Jovanotti a.k.a. Lorenzo Cherubini: il suo entourage ha scartato la Sicilia, niente tour nell’Isola quindi. Il motivo? Nessuna delle spiagge della povera pària Sicilia sarebbe in grado, stando alle personali deduzioni dei collaboratori del cantante toscano, di ospitare in tutta sicurezza i concerti del Nostro. “Dimensioni poco adatte e condizioni di sicurezza non adeguate per garantire un deflusso regolare del pubblico“, dicono gli organizzatori.

Altamont
Altamont

Per carità, l’ironia in casi come questo si potrebbe sprecare, a cominciare dal parterre di ospiti che, in genere, coinvolgono le riunioni del Cherubini, brava gente ma di sicuro non degli scalmanati da concerti metal.

Naturalmente nessuno vuole un’altra Altamont, in California nel 1969, o gli incidenti che si verificarono a Woodstock, lo stesso anno, o ancora nel 2010 a Duisburg in Germania, dove morì una ragazza italiana, o un altro episodio come quello di Corinaldo, ad Ancona , pochi giorni fa, durante il concerto di Sfera Ebbasta, dove c’è scappato il morto. Fatto, quest’ultimo, che dimostra, più di ogni altro, forse, che basta la presenza di un solo esemplare di idiota per rovinare un’esibizione e non c’è sicurezza che tenga.

woodstock
Woodstock

D’altra parte è anche vero che la prudenza non è mai troppa e nessuno vuole accollarsi, la responsabilità di un’eventuale tragedia, visto che le spiagge nostrane sono state giudicate poco sicure e prive dei requisiti essenziali per divenire sede delle gesta del cantante dalla “S” dolce come una “zeppola” che ti arriva tra capo e collo quando alla suoneria del cellulare personalizzata che intona i Black Sabbath si sostituisce la radio che parte in automatico non appena sali in auto.

San Vito Lo Capo, Cefalù, Capo d’Orlando, la spiaggia di Ponente a Milazzo, quella di Licata, Eraclea ad Agrigento e si potrebbe continuare per ore a parlare dei chilometri di spiaggia che circondano la Sicilia.

Spiaggia di san Vito Lo Capo
Spiaggia di san Vito Lo Capo

Niente, nessuna di queste è andata bene. Molte province della Trinacria avrebbero potuto ospitare questo ragazzone di un metro e novanta che tanti anni fa cantava versi come  “Sei come la mia moto, sei proprio come lei” ma Palermo no. Perchè? Perchè, almeno per una volta, la serqua di cabine che strozzano la vista del mare dalla strada sono servite a qualcosa. Potrebbe dire qualcuno che non appartiene ai suoi aficionados.

Certo è che il Capoluogo in passato, ha avuto modo di ascoltare le note dell’indimenticabile Lou Reed: chi c’era quella sera al Teatro di Verdura, ricorda ancora come si è accapponata la pelle quando dalla Fender Stratocaster dell’ex Velvet Underground è iniziato a fluire il tappeto di note che introduceva Heroin o Sweet Jane. Per non parlare di B.B King e altri ancora. Un modo come un altro per dire che Palermo non è una piazza facile, la gente è abituata bene.

E lui come replica alle accuse di chi ritiene che abbia snobbato la nobile terra del sole?: “Agli amici siciliani dico: mi dispiace“, scrive su Instagram. “Non siamo riusciti a trovare una spiaggia in Sicilia con le caratteristiche logistiche adeguate. Abbiamo lavorato due mesi con tutti gli interlocutori locali ma non ci siamo riusciti, a me dispiace moltissimo, ma ho avuto la definita conferma che non ci riusciamo a venire in Sicilia questa volta. Chiaro che per me e per la mia squadra è una rinuncia che dispiace ma davvero non ci siamo riusciti”. 

La serie di spettacoli, il “Jova Beach Party”, inizierà il 6 luglio a Lignano Sabbiadoro, in Friuli-Venezia Giulia. Jovanotti si produrrà in una performance che lo vedrà dapprima all consolle e, in un secondo momento, al fianco del suo combo insieme ad ospiti nazionali e internazionali.

Jim Morrison-1
Jim Morrison

Ma come Jova?, neanche San Vito Lo Capo andava bene? Lì ci fanno il “Cous cous Fest” e tante altre amenità, perchè neanche quella spiaggia andava bene? Il cantante non perde mordente e replica: “È la prima che abbiamo sondato, ma purtroppo non si può mannaggia”.

Pazienza vorrà dire che a Jovanotti il sole rimarrà tatuato sul braccio e che la Sicilia resterà sola quella sera senza di lui. Jim Morrison, Lemmy Kilminster, Brian Jones, Kurt Kobain, Janis Joplin, Rory Gallagher, Cliff Burton, Randy Rhoads, o i loro entourage, avrebbero fatto lo stesso?

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro