Non mandano i figli a scuola, 500 genitori denunciati a Siracusa :ilSicilia.it
Siracusa

Dispersione scolastica: numerosi bambini assenti dalle lezioni per lunghi periodi

Non mandano i figli a scuola, 500 genitori denunciati a Siracusa

13 Febbraio 2017

Non mandano i figli a scuola e così circa 500 genitori sono stati denunciati per inosservanza degli obblighi dell’istruzione elementare dai Carabinieri del comando provinciale di Siracusa.

Al centro dell’attenzione degli investigatori sono finiti alunni, per lo più di età compresa tra gli 8 ed i 12 anni e in maggioranza di sesso maschile. I controlli hanno riguardato alcuni Istituti scolatici del territorio, a Siracusa ed in provincia, in cui i militari dell’Arma si recano periodicamente per avere un contatto con i dirigenti, i docenti ed i collaboratori scolastici per avere notizie su fenomeni che riguardano la popolazione studentesca quali il bullismo e la dispersione scolastica.

dispersione-scolastica-02Circa 350 gli studenti, la maggior parte maschi, coinvolti; ma il fenomeno, secondo i carabinieri, è sicuramente più ampio. I controlli non sono a tappeto e riguardano gli studenti iscritti che non frequentano. Ma c’è anche una fascia di studenti che non vengono iscritti a scuola. “L’Arma dei Carabinieri – commenta il comandante provinciale, colonnello Luigi Grasso – è ed intende rimanere vicina al mondo della scuola e dei giovani, collaborando ad ogni iniziativa in tema di legalità e di impegno sociale. La dispersione scolastica va combattuta in modo convinto, il fenomeno costituisce una piaga dalle conseguenze oltremodo negative sulla sana crescita dei ragazzi e sull’equilibrio della società”.

I carabinieri, che hanno operato in collaborazione con il settore politiche sociali del Comune, hanno accertato che numerosi bambini si assentavano dalle lezioni per lunghi periodi, senza che i genitori o gli esercenti la potestà genitoriale fornissero plausibili risposte alle richieste di giustificazioni avanzate da insegnanti e dirigenti scolastici.

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Magistratura e politica

Dal blog "Segreti e non misteri", Alberto Di Pisa riflette sul difficile rapporto fra magistratura e politica, in uno sistema di diritto come quello italiano.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.