Non solo serie A: i segnali di rilancio del calcio in Sicilia | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Catania

l'annuncio

Non solo serie A: i segnali di rilancio del calcio in Sicilia

di
12 Gennaio 2021

I segnali di ripresa del calcio in Sicilia sono fortissimi e pieni di buoni propositi per questo nuovo anno, nella speranza di superare un evidente e diffuso periodo di difficoltà che ha avuto anche ripercussioni importanti sullo sport in generale.

Lo confermano alcune news provenienti da un settore in fermento che convoglia anche gli interessi delle squadre della serie C, della serie D e del dilettantismo, a dimostrazione che il calcio è uno sport amatissimo a livello trasversale.

Tutto questo a partire dagli intenti dell’imprenditore/banchiere italo-svizzero René de Picciotto, che, nelle recenti trattative di acquisizione del Dattilo, ha dimostrato interesse nel rilanciare, tramite questa operazione, il calcio a Trapani, dopo il recente fallimento del club granata – confermato a fine dicembre proprio dal tribunale di Trapani.

Nel frattempo, il Catania, con i match programmati per questo gennaio – da quello del 10 contro la Casertana a quello del 31 contro il Monopoli – conferma come anche i campionati di serie C riscuotano interesse tra gli appassionati.

Da Eleven Sports a SKY Primafila, fino a DAZN, sono infatti in crescita le possibilità, per i tifosi, di seguire anche le partite delle serie minori, così come, nel campo del betting, i maggiori operatori legali offrono costantemente quote aggiornate sulle gare, dalla serie A alla serie C che, sebbene non figuri tra le competizioni più importanti – al pari di Bundesliga o Premier League – è comunque inserita nel palinsesto, permettendo dunque di sfruttare offerte e scegluere tra il miglior bonus benvenuto o quote promozionali dedicate, con tanto di aggiornamento sulle classifiche dei campionati.

Il tutto, a dimostrazione che il seguito del calcio vive anche e soprattutto del fermento e dell’entusiasmo dei tifosi, più che di passaggi di categoria, sebbene già si stia ampiamente parlando del probabile, ingente incasso derivante dalla cessione del “Papu” Alejandro Gómez all’Atalanta – in base a un accordo tra club risalente al 2014 -, così come dei sogni di serie A e di serie B di Joe Tacopina, nel suo ruolo – ormai quasi definitivo – di futuro proprietario della squadra rossazzurra.

Ma i sogni di gloria e speranza del calcio siciliano non finiscono qui.

Lo conferma l’attesa rispetto all’elezione dei membri del comitato regionale della Lega Nazionale Dilettanti e, soprattutto, di Sandro Morgana, presidente favorito dopo l’incarico di Santino Lo Presti.

Tra gli intenti di Morgana, infatti, spicca il rilancio del calcio dilettantistico, dall’Eccellenza alla Terza Categoria, con riferimento anche allo stanziamento di fondi in questa prospettiva, in vista del futuro di uno sport amatissimo.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Redazione

Dalle 700 bare ai Rotoli alla vita eterna!

Il progetto del cimitero da realizzare a Ciaculli risale al 2007, ben 13 anni or sono. Nel 2012 viene inserito nel piano triennale delle opere pubbliche del comune di Palermo, ma senza un euro di finanziamento
Politica
di Elio Sanfilippo

La politica, la storia e l’entusiasmo di zio Emanuele

Ci sarà tempo per ricordare la figura di Emanuele Macaluso, il suo impegno politico per liberare dal bisogno e dalla sofferenza la gente più povera e indifesa, migliorare le condizioni di vita dei lavoratori, tutelando diritti e dignità

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin