Non udenti: ecco come i cani addestrati migliorano la vita delle persone sorde :ilSicilia.it

lo studio

Non udenti: ecco come i cani addestrati migliorano la vita delle persone sorde

di
9 Gennaio 2022

I cani addestrati non sono una risorsa solo per le persone cieche, ma anche per quelle sorde.

Lo suggerisce uno studio dell’Università di York, pubblicato su Trials, che mostra, per la prima volta, come avere un cane appositamente addestrato accanto consenta di migliorare il benessere, la salute mentale e l’indipendenza delle persone sorde, riducendo l’isolamento sociale e la paura.

In generale, chi ha un cane addestrato accanto dichiara livelli di benessere mentale due volte e mezzo più alti di chi non ha questo supporto.

Non solo. Le persone sorde hanno dichiarato di avere fatto meno ricorso ai servizi di assistenza sanitaria e sociale da quando c’era un cane per non udenti ad affiancarle.

I cani per non udenti sono addestrati per avvisare quando sentono un suono che fa parte della vita quotidiana, ad esempio campanelli di casa, un membro della famiglia che chiama, baby monitor e sveglie. Sono anche addestrati per avvisare in caso di suoni associati a sistemi di sicurezza, come gli allarmi antifumo e antintrusione.

I cani forniscono anche compagnia e supporto emotivo. In quanto cani da assistenza, questi animali hanno inoltre il diritto legale di accompagnare la persona sorda in quasi tutti gli spazi accessibili al pubblico, compresi i negozi e le strutture sanitarie.

La ricerca è stata condotta con la collaborazione dei cani per non udenti della Hearing Dogs for Deaf People. “Noi vediamo ogni giorno l’impatto positivo che i cani per non udenti hanno su bambini e adulti sordi, ma c’erano pochi studi che supportassero la nostra osservazione. Lo studio dell’Università di York ha finalmente messo in luce il motivo per cui questi cani sono così importanti“, ha commentato la Direttrice Angie Platten.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.